Fisco. Ricchiuti (FdI): governo dà via libera a macchina riscossione. A rischio futuro piccole imprese

“Nel giorno in cui partono nuove limitazioni con l’estensione dell’obbligo del Green Pass, con uno stato di emergenza prorogato al 31 dicembre, una regione già in fascia gialla ed altre che potrebbero raggiungerla, il governo dà il via libera alla ex Equitalia a riavviare la macchina della riscossione.

Ciò comporta non soltanto l’obbligo di dover pagare le cartelle esattoriali arretrate entro la fine del mese, ma anche la ripartenza delle attività di notifica di nuove cartelle e atti, procedure esecutive e pignoramenti presso terzi. Questo significa, nella migliore delle ipotesi, non conoscere assolutamente lo stato disastroso in cui versano le nostre PMI. Era necessario uno stop fino alla fine dell’anno e nel frattempo preparare una sanatoria fiscale omnicomprensiva anche delle cartelle facenti parte delle vecchie rottamazioni. Drenare quel poco di liquidità dalle casse delle piccole imprese già in difficoltà, significa condannarle alla chiusura definitiva con conseguente aumento dei licenziamenti, ma soprattutto significa non avere a cuore il bene e il futuro del nostro Paese”.
Lo dichiara Lino Ricchiuti, viceresponsabile dei Dipartimento Imprese e mondi produttivi di Fratelli d’Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Green pass. Ricchiuti (FdI): sostituire lavoratori nelle piccole aziende? Da governo barzelletta

“‘Le imprese con meno di 15 dipendenti potranno sostituire i lavoratori sospesi perché non in possesso del green pass per un totale di 20 giorni in due tranche da 10, fino al 31 dicembre’. Questo prevede il decreto legge che estende il green pass. Sembra una barzelletta ma non lo è, piuttosto rappresenta la distanza […]

Trattamento di Fine Mandato, la maggioranza di centrosinistra alla Regione Puglia: «Sarà abrogato»

“Nella riunione di maggioranza tenutasi stamattina con il presidente Emiliano abbiamo deciso di optare per l’abrogazione del Trattamento di fine mandato e rinviare la discussione ad un momento più favorevole, quando saranno diverse le condizioni economiche e sociali della Puglia”. Lo annunciano i capigruppo di maggioranza Filippo Caracciolo (PD), Grazia Di Bari (M5S), Gianfranco Lopane […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: