Il Lupo (quando la metafora è un atto di denuncia) di Nicola Ambrosino

IL LUPO
(di Nicola Ambrosino)
Quando la metafora è un atto di denuncia.
Non togliere al lupo la sua libertà…
E non privarlo della sua dignità.
Animale silente e intelligente,
non attacca impunemente.
Il lupo con le tenebre lavora,
solo per fame la sua preda divora;
ma se da leggi infami è costretto…
non starà fermo, non sarà inetto.
Il lupo ferito, il più pericoloso,
diverrà anche il più bellicoso;
pure se vecchio, infermo e stanco…
se necessario… attaccherà in branco.
Tu, o pastore, che governi le greggi,
che disponi ed emani improvvide leggi,
sappi che il destino ti è avverso e ben cupo…
silente, t’osserva, attento… il buon lupo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Inizia la stagione teatrale di Bisceglie, nove gli spettacoli in programma

Avrà inizio sabato prossimo la stagione teatrale di Bisceglie. Nove spettacolo e grandi nomo del teatro nazionale e della cultura. Se vuoi abbonarti o acquistare biglietto affrettati: i posti disponibili sono ancora pochi. Info e prenotazioni presso il Teatro Politeama

Un omaggio a Lina Wertmuller sabato al Circolo Unione di Bisceglie

Un omaggio a Lina Wertmuller, la grande regista recentemente scomparsa, avrà luogo sabato 22 gennaio alle 19 nel salone del Circolo Unione di Bisceglie, una serata in collaborazione con il Cineclub Ricciotto Canudo che alternerà la conversazione sulla poetica cinematografica della regista a spezzoni di film e vari aneddoti. In un’ottica di collaborazione con le […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: