A febbraio sciopero prestazioni aggiuntive e straordinarie, anche nella Bat prosegue la mobilitazione negli Uffici Postali

Si sono tenute anche nella provincia di Barletta Andria Trani, nello scrupoloso rispetto delle norme anti-covid, le assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori degli Uffici postali in concomitanza con la “mobilitazione e proclamazione dello sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto c.d. mercato privati (Uffici postali) della Regione Puglia” indetto dalle segreterie regionali di Slc Cgil, Uil Poste e Failp Cisal.

“Abbiamo raccolto pertanto, nell’illustrare le motivazioni della vertenza in corso, ulteriori  testimonianze di difficoltà e criticità, che stanno vivendo i lavoratori del settore, rispetto alla oramai insostenibile situazione di disagio per lavoratori e utenti, soprattutto addetti alle diverse attività e di sportello: sovraffollamento, lunghe code di utenti in attesa, sia dentro che fuori gli uffici postali, limitata presenza di operatori disponibili allo sportello anche e soprattutto per la carenza di personale con operatori costretti a distacchi continui presso altri uffici con doppi turni, prestazioni straordinarie e aggiuntive. E poi la formazione e-learning fatta durante l’orario di servizio che distoglie i pochi operatori già oberati dalle attività, il sovraffollamento delle sale al pubblico con rischio per la salute e sicurezza di operatori e utenti vista la recrudescenza pandemica. A tutto ciò si aggiunga l’eliminazione ingiustificata degli stalli negli uffici postali: la mancanza di un filtro permanente o vigilanza dedicata agli ingressi per il controllo temperatura, green pass, ecc… che ora grava in parte sull’esiguo numero di operatori presenti”, spiegano Luigi Marzano, coordinatore della Slc Bat, Vito Battista, della Slc Cgil Puglia e Antonio Dibenedetto, Uil Poste Bat-Puglia .

“Per tale motivo e nonostante i reiterati tentativi e richieste di intervento avanzate alle strutture territoriali aziendali per cercare soluzioni adeguate e soddisfacenti ad oggi l’azienda continua a non riconoscere la realtà che è oramai sotto gli occhi di tutti”, aggiungono Marzano, Battista e Dibenedetto.

Slc Cgil, Uil Poste e Failp Cisal Bat e Puglia attendono risposte adeguate per la soluzione dei problemi e proseguiranno con la mobilitazione e lo sciopero delle prestazioni aggiuntive e straordinarie, a tutela dei diritti ed a garanzia dei servizi resi ai cittadini.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Piano Sociale di Zona -Trani e Bisceglie: realizzare insieme il futuro del welfare

L’Ambito Territoriale Sociale di Trani – Bisceglie ha costituito la “Rete per l’inclusione e la protezione sociale dell’Ambito Territoriale” (art. 21 del D.lg. 147/2017) organizzata al suo interno con specifici tavoli di confronto e co-programmazione, con il coinvolgimento dei servizi sociali professionali dei Comuni di Trani e Bisceglie e del Distretto ASL Bat, con il […]

Concorso studentesco Giovanni Paolo II: Al primo posto anche la scuola don Pasquale Uva di Bisceglie

Canzoni inedite, cartelloni, poesie, video animati, quadri che rappresentano il sogno di un presente e un futuro in cui le persone costruiscono relazioni sane. Sono i lavori vincitori dell’undicesima edizione del concorso Giovanni Paolo II, promosso dall’omonima associazione biscegliese presieduta dal professor Natalino Monopoli. Presentati dagli stessi studenti sabato 14 maggio presso l’auditorium Michele Dell’Aquila […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: