Sulle antenne Angarano e assessori respingono le accuse: solo campagna elettorale sulla salute

“È squallido fare campagna elettorale prendendo in giro i cittadini e facendo allarmismo su temi che riguardano la salute pubblica. Il Comune di Bisceglie ha unicamente alienato in via temporanea il diritto di superficie (il che non significa affatto venderedi nove aree, di ridotte dimensioni e ben circoscritte, su cui già da vent’anni sono installate antenne, peraltro ben visibili da tutti. Nulla c’entrano gli immobili sportivi. Le aree sono esattamente le stesse (anzi con la differenza che ora sono nove e non più dieci) che furono concesse dall’Amministrazione Spina nel 2012 confermando quanto previsto dal piano di installazione del sistema UMTS, approvato nel lontano 2002 dal consiglio comunale dell’epoca. Se il Consigliere Spina non era d’accordo, perché non ha fatto nulla in dodici anni in cui è stato Sindaco e, anzi, ha rinnovato la concessione? Perché si ricorda solo ora di tutto ciò e fa allarmismo sulla salute pubblica? Forse perché ha il solito tornaconto politico?”. Lo dichiarano il Sindaco Angelantonio Angarano e gli Assessori comunali Angelo Consiglio, Loredana Bianco, Gianni Naglieri, Natale Parisi, Roberta Rigante, Maria Lorusso e Domenico Storelli.

“Il diritto di superficie sarà finalizzato al mantenimento degli esistenti impianti per il servizio di telefonia mobile e trasmissione dati, ovvero la loro implementazione, ma sempre nel rispetto della vigente normativa a tutela della salute pubblica e sempre, come previsto, con il controllo dell’Arpa Puglia (Agenzia regionale per la protezione ambientale). Esattamente come accaduto in questi vent’anni”, aggiungono Sindaco e Assessori. “Alla scadenza del termine le aree torneranno comunque nella piena proprietà e disponibilità dell’Amministrazione Comunale. L’alienazione del diritto di superficie delle nove aree, peraltro, era inclusa nel piano delle alienazioni e valorizzazioni per l’anno 2021 approvato dal consiglio comunale in massima trasparenza, con deliberazione n. 27 del 30 Marzo 2021! Cosa abbia ‘scoperto’ solo oggi il consigliere Spina, che del consiglio comunale fa parte, così come il Presidente del Consiglio comunale, non si sa esattamente. Cercare di racimolare qualche voto strumentalizzando questi temi così delicati non è moralmente e intellettualmente onesto”, concludono il Sindaco Angelantonio Angarano e gli Assessori comunali Angelo Consiglio, Loredana Bianco, Gianni Naglieri, Natale Parisi, Roberta Rigante, Maria Lorusso e Domenico Storelli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pesca, Angarano: “Emergenza sociale, fronte comune per sostenere diritti lavoratori”

Ieri mattina una delegazione del comparto ittico delle Marinerie di Molfetta, Bisceglie e Trani, nel corso della manifestazione convocata dalla Uila Puglia, è stata ricevuta a palazzo di Città dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano con l’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica della Città di Trani, Pierluigi Colangelo, insieme ad Andrea Losito, Responsabile Regionale Uila […]

Dragaggio porto, Assessore Consiglio: “Quando parla di incapacità amministrativa, Fata si riferisce a sé stesso?”

“Quando parla di incapacità amministrativa, superficialità e di pressapochismo, il consigliere Fata si rivolge a sé stesso? Il dubbio è legittimo visto che quando era sindaco facente funzioni presentò la candidatura ad un bando regionale per il dragaggio del porto ma non ebbe esito felice, per usare un eufemismo, perché carente di una serie di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: