Ospedale, reparto nascite. Angarano riunisce Comitato Cittadino Salute

È tornato a riunirsi nel pomeriggio di ieri, lunedì 21 febbraio, dopo la lunga pausa dovuta all’emergenza Covid, il Comitato cittadino per la difesa della Salute che già aveva contribuito a portare avanti la lotta per evitare la chiusura del punto nascite dell’ospedale di Bisceglie nel 2019.

La riunione, convocata dal sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano, si è tenuta a Palazzo di Città ha visto presenti il Gen. Pasquale Preziosa, Tommaso Fontana, Leo Carriera, Lella Di Reda, Luciana Ferrante, Lucia Campagnola e il segretario Enzo Storelli.

L’obiettivo è tornare a promuovere iniziative, coordinate con associazioni cittadine, Enti Pubblici, Amministrazione Comunale, finalizzate alla migliore tutela possibile della salute pubblica, diritto fondamentale per l’uomo, previsto dall’art. 32 della Costituzione Italiana e in conformità all’art. 2 dello Statuto del Comune di Bisceglie.

Tra gli argomenti trattati è emersa la necessità di riaccendere l’attenzione sul punto nascite del “Vittorio Emanuele II, che non può essere chiuso perché è al servizio di un territorio di circa 200mila abitanti che copre le città di Trani, Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi, oltre a Bisceglie. Il nosocomio, infatti, non solo è stato un validissimo punto di riferimento per il territorio provinciale ed extra-provinciale nella cura del Covid-19, ma ha dimostrato di essere un’eccellenza nel panorama sanitario in grado di tutelare la natalità anche durante l’emergenza pandemica con l’attivazione del reparto di Pediatria Covid.

Passaggio imprescindibile è la ripresa delle normali attività ospedaliere e sanitarie perché la Comunità, dopo due anni di sacrifici, ha bisogno di poter tornare a contare sul proprio ospedale.

Il Comitato tornerà a riunirsi con puntualità ed è fermamente deciso a svolgere un ruolo primario nel rilancio dell’ospedale di Bisceglie e nella promozione del nuovo ospedale del “Nord barese”, non per mera questione campanilistica ma per servire un bacino d’utenza che va ben oltre i confini cittadini e per i meriti conquistati sul campo in questi anni grazie alla professionalità dei suoi operatori e alle sinergie con la Asl BT.

Il Comitato ci ha tenuto a formulare gli auguri di buon lavoro alla Direttrice Generale della Asl Bt Tiziana Dimatteo e al suo entourage nella certezza di poter instaurare una collaborazione istituzionale finalizzata alla tutela della salute pubblica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pesca, Angarano: “Emergenza sociale, fronte comune per sostenere diritti lavoratori”

Ieri mattina una delegazione del comparto ittico delle Marinerie di Molfetta, Bisceglie e Trani, nel corso della manifestazione convocata dalla Uila Puglia, è stata ricevuta a palazzo di Città dal Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano con l’Assessore all’ambiente e alla transizione ecologica della Città di Trani, Pierluigi Colangelo, insieme ad Andrea Losito, Responsabile Regionale Uila […]

Dragaggio porto, Assessore Consiglio: “Quando parla di incapacità amministrativa, Fata si riferisce a sé stesso?”

“Quando parla di incapacità amministrativa, superficialità e di pressapochismo, il consigliere Fata si rivolge a sé stesso? Il dubbio è legittimo visto che quando era sindaco facente funzioni presentò la candidatura ad un bando regionale per il dragaggio del porto ma non ebbe esito felice, per usare un eufemismo, perché carente di una serie di […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: