Popolo della Famiglia di Bisceglie: le famiglie hanno il diritto di vivere in serenità la nostra città

Il circolo “IL POPOLO DELLA FAMIGLIA – BISCEGLIE” – un gruppo composto da padri, madri e figli – è rimasto turbato dalla caduta del pino all’interno del plesso “Via Fani” del II Circolo Didattico.

«È già il terzo episodio nel giro di alcune settimane – dichiara Francesco Mastrapasqua coordinatore del circolo – ricordiamo che il cortile della stessa scuola aveva subito un cedimento del pavimento davanti all’ingresso interno e ricordiamo la caduta di calcinacci dell’ex macello adiacente al plesso “Don Tonino Bello”. Occorrerebbe fare un censimento delle strutture scolastiche e del loro stato, provvedendo alla messa in sicurezza».

«Probabilmente l’incuria dell’amministrazione comunale nella gestione del verde ha portato alla caduta accidentale: e se fosse successo in orario scolastico, magari al passaggio di famiglie?» è il commento di Nicola Quatela, segretario del circolo.

«Noi abbiamo a cuore le nostre famiglie e crediamo che l’amministrazione comunale le debba mettere al centro dell’azione politica. Desideriamo una città che permetta alle famiglie di godere in serenità degli spazi comuni» spiega Angelo Di Liddo presidente del circolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento all’I.I.S.S. “S. Cosmai”

Si è tenuto lo scorso 21 maggio, presso l’I.I.S.S. “S. Cosmai”, il tredicesimo e ultimo incontro dei progetti per i PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) dell’indirizzo Odontotecnico nell’ambito dell’“Odonto-Cosmail”, a cura del docente responsabile prof. Gioacchino Somma e del relatore o.d.t. Vincenzo Musti, presidente territoriale di Confartigianato Odontotecnici Barletta-BAT. Il seminario, […]

Iniziati i lavori di restauro alla torre civica dell’orologio

Sono partiti i lavori di manutenzione straordinaria alla torre civica dell’orologio in piazza Vittorio Emanuele II, accanto alla chiesa di San Lorenzo e al monumento del Calvario. Gli interventi, per un quadro economico complessivo pari a 50.000 euro, sono stati intrapresi in virtù da un finanziamento governativo ottenuto dall’Amministrazione comunale. La torre dell’orologio presentava un […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: