Caro gasolio, molti pescatori biscegliesi protestano a Bari: dove sono le risposte della Regione?

Delegazioni di quasi tutte le marinerie della Puglia si sono date appuntamento questa mattina per protestare davanti al porto di Bari contro il caro-gasolio. Sono in stato di agitazione ormai da una settimana perché il costo del carburante è triplicato negli ultimi mesi e lamentano di non riuscire a rientrare nei costi dell’attività.

Dopo giorni di proteste nelle singole città, oggi sono arrivati a Bari da Manfredonia, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Mola di Bari e Monopoli, con striscioni e fumogeni. “Aspettiamo risposte dalla Regione che aveva detto che si sarebbe fatta carico della situazione per darci una mano e permetterci di tornare a mare”, ha spiegato Domenico Carpano, vicepresidente dell’associazione armatori di Manfredonia, la marineria più grande della regione con circa 200 imbarcazioni e pescherecci.

“Noi già veniamo da una pandemia, con il prezzo triplicato del gasolio non stiamo più nelle spese – continua – . La Regione e il Governo ci avevano promesso sei mesi fa di fare qualcosa, un provvedimento immediato anche con un fermo biologico facoltativo. Noi siamo certi delle spese quando andiamo a lavorare ma non siamo altrettanto certi del guadagno nella rete. Quindi da mesi andiamo a lavorare in perdita. Sta montando l’esasperazione”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dal Comitato Progetto Uomo “La scuola è vita”: in palio buoni acquisto materiale scolastico

Dalla Costituzione della Repubblica Italiana: –art. 29 “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”, –art. 30 “E’ dovere e diritto dei genitori mantenere, istituire e educare i figli”, –art. 31 La Repubblica rivolge un “particolare riguardo alle famiglie numerose”. Carissimi concittadini, riconoscere l’identità della famiglia e i suoi diritti-doveri, agevolarne la formazione e […]

Bisceglie Calcio: si dimette il presidente Vincenzo Racanati, a ruota il disimpegno degli altri dirigenti

Si comunica che nella tarda mattinata odierna Vincenzo Racanati ha rassegnato le dimissioni irrevocabili da presidente del Bisceglie Calcio. Al disimpegno del massimo esponente del sodalizio nerazzurro stellato sono seguite le dimissioni del vicepresidente Gianni Porcelli, quindi dell’amministratore unico Andrea Di Buduo e del dirigente responsabile del settore giovanile Francesco D’Azzeo, in sostanza di coloro […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: