Covid, partono con pullman da Bisceglie per un matrimonio a Napoli: circa trenta risultano “positivi” dopo il ritorno a casa

Non sono fatti i nomi per la legge sulla privacy, eppure in tanti si potrebbero riconoscere
Ė una stori vera della quale siamo venuti a conoscenza solo oggi, ad una settimana da quando è avvenuta.
I fatti: un giovane biscegliese, G.G., attivo, lavoratore, di sani principi morali, che fa persino volontariato sociale e proprio all’interno dell’Associazione di volontariato conosce A., una bella ragazza di origini partenopee.
I due si frequentano, si innamorano e decidono di convolare a giuste nozze, il che avviene il 23 maggio c.a. Nulla da eccepire, una storia come tante per giovani come tanti … ma la follia sta nelle conseguenze di quel matrimonio.
La festa/ricevimento per il matrimonio si tiene in un ameno ristorante a Castellammare di Stabia che si affaccia sul bellissimo golfo di Napoli con vista della penisola Sorrentina e dell’isola d’Ischia.
Ospiti dello sposo i suoi parenti e tantissimi amici giunti con i propri mezzi o con il pullman messo a disposizione a tale scopo dagli sposi. Una bellissima festa che ha soddisfatto tutti i convenuti.
Rientrati a Bisceglie il lunedì, uno di questi invitati ha accusato strani sintomi e, recatosi alla guardia medica, si è sottoposto al ‘tampone rapido’ risultando positivo al covid, nonostante fosse plurivaccinato. Scatta l’obbligo alla quarantena e richiesto su dove avesse trascorso il fine settimana, vengono convocati tutti quelli che erano sul pullman e di seguito anche gli altri biscegliesi partecipanti alla festa di matrimonio.
Qui l’amara sorpresa che due terzi degli invitati è risultato positivo al ‘tampone’ pur non accusando sintomi. Tutti inviati in quarantena. Non sappiamo nulla degli invitati della sposa in quanto, cercando di contattare i neo coniugi, questi non rispondono al telefono essendo partiti in viaggio di nozze e risultano irraggiungibili. C’è da attendere la fine della quarantena per vedere i risultati del ‘tampone di controllo’. Pensa te se, per ironia della sorte, questi ultimi dovessero risultare negativi …
Ci sarebbe da immaginare che i falsi positivi ci sono sempre stati ed hanno creato innumerevoli disagi alla popolazione. Intanto hanno rovinato la gioia dell’aver partecipato al matrimonio di G. e A. non potendo recarsi al lavoro per via della quarantena, con colpe da ricercare chissà dove (forse anche nel personale di servizio del ristorante).
A noi della Redazione tutta non resta che augurare al nostro concittadino G.G. e sua moglie A. un duraturo, felice e prospero futuro come coppia di sposi esemplare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Caldo: tra oggi e venerdì sarà allerta rossa a Bisceglie

Tra oggi e venerdì primo luglio saranno 19 le città italiane da bollino rosso, ossia il massimo livello di allerta che prevede un’ondata di calore che può mettere a rischio la salute di tutta la popolazione e non solo dei soggetti fragili. E’ quanto si legge nel bollettino sulle ondate di calore del ministero della […]

Bisceglie, rubano auto e chiedono il riscatto. Presi due andriesi

Annullando l’ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Trani, la Terza Sezione penale del Tribunale di Bari in funzione di Appello, ha accolto il ricorso proposto dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Trani, disponendo l’applicazione, nei confronti di R.S. e S.L., entrambi andriesi pluripregiudicati, della misura cautelare della custodia in carcere, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: