“IL COSTO DELL’IGNORANZA”, ALFONSO RUSSO E PIETRO CASELLA SULL’INTERVENTO DI RICCHIUTI: «ABBIAMO TRAVISATO LE SUE AFFERMAZIONI»

Riteniamo opportuno, per correttezza pubblicare quanto segue:
Con riferimento ai nostri commenti relativi alle dichiarazioni rese dal Dott. Alessandro Ricchiuti nel corso del convegno “Il costo dell’ignoranza” in cui lo stesso, in data 11.05.2017, è stato relatore è doveroso precisare quanto segue.
Ascoltando con attenzione la videoripresa del convegno e, in particolare, l’intervento del Dott. Ricchiuti, possiamo affermare che quanto dallo stesso dichiarato nel corso di quell’evento è stato da noi completamente travisato.
La sua opinione in merito al tema del dibattito è concettualmente diversa rispetto a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, in particolare da BisceglieViva in data 12.05.2017.
Difatti, il Dott. Ricchiuti non hai mai usato il termine “pressioni” così come invece citato in detti articoli, né mai dalle sue dichiarazioni può intendersi che abbia inteso offendere chicchessia, tanto meno gli sportivi ed i cittadini biscegliesi.
Pertanto, riconosciamo che i nostri commenti in merito – a tratti esagerati ed ingiustificati – non erano in linea con il suo vero intento.
Tanto si doveva, per esercizio di stile nei confronti del predetto professionista, astenendoci per il futuro di commentare ulteriormente la vicenda.

Alfonso Russo
Pietro Casella

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bilancio approvato, Spina: «Un disastro, nessuna opera in 5 anni, tante tasse e un cimitero che sorgerà in centro abitato»

«Cronaca di un disastro amministrativo. Adottato in un clima surreale, tra i pochi consiglieri rimasti, l’ultimo bilancio preventivo del quinquennio della SVOLTA: un disastro con nessuna opera in 5 anni, tante nuove tasse e un nuovo cimitero con 5000 loculi e tanto cemento accanto a “carrara Salsello” in pieno centro abitato. Ieri, in seconda convocazione […]

Regolamento Tari, Capurso (Il Faro-Pci): eliminate alcune agevolazioni e in alcuni casi il Comune incassa il doppio

«Dopo celebrazioni e consigli più politici, si torna in consiglio a discutere di provvedimenti specifici, uno dei quali ha riguardato il regolamento TARI. Si tratta di un regolamento che contiene ancora troppe incongruenze e ingiustizie che non vengono risolte. Ad esempio, secondo l’attuale regolamento, se un giovane va via da casa per vivere da solo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: