Un anno fa la sparatoria alla movida biscegliese nella quale rimase gravemente ferito un coratino

Il 12 agosto dello scorso anno, durante la notte, si registrò a Bisceglie un’altra sparatoria. Avvenne  all’esterno di un locale sul Lungomare Paternostro. Un uomo, che in quel momento esercitava il lavoro di “buttafuori”  di un noto locale della movida biscegliese, impedì ad alcun spacciatori di introdursi nel locale notturno.

Il  40enne andriese residente a Corato fu ferito con tre colpi di pistola al fegato, all’intestino ed all’emitorace e, ricoverato in prognosi riservata in ospedale, fu sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

Dieci giorni più tardi le indagini dei Carabinieri portarono al fermo di due persone e all’arresto di altre due, con l’accusa, a vario titolo, di tentato omicidio.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Covid: in Puglia 31 morti e 1.295 positivi (13,57% dei test)

Su 9.540 test per l’infezione da coronavirus sono stati registrati oggi in Puglia 1.295 casi positivi, con un tasso di positività pari al 13,57% contro il 16,58% di ieri. Gli infetti sono 453 in provincia di Bari, 52 in provincia di Brindisi, 130 nella provincia BAT, 292 in provincia di Foggia, 87 in provincia di […]

Covid, focolaio in Rsa di Canosa. In cinque ricoverati a Bisceglie

Sono complessivamente 18 le persone colpite dal coronavirus nella Rsaa fondazione “Oasi Minerva” di Canosa di Puglia (Bt). Si tratta di 14 degenti dei 30 ospitati nella struttura e quattro dei 25 operatori sanitari. “Degli ospiti cinque hanno mostrato i sintomi dell’infezione e sono ricoverati nell’ospedale di Bisceglie, gli altri nove sono stati trasferiti in […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: