Il siparietto che mostra in che condizioni è il Pd locale

All’interno dell’infuocato dibattito del fine settimana, animato dalle dichiarazioni sulla consigliera comunale Preziosa, di Di Pierro, poi generalizzata all’intero sesso femminile, con successive scuse da parte del Consigliere comunale di maggioranza, si è creato un siparietto di accuse reciproche tra lo stesso Di Pierro, attualmente tesserato nel Pd, e Roberta Rigante, segretario cittadino del Partito Democratico.

Insomma, uno scontro che la dice lunga sullo stato di salute del Pd cittadino.

A conclusione dell’intervento, Di Pierro scrive: «. Adesso basta, governeremo questa città per i prossimi 10 anni con un Sindaco scelto da noi. Mettetevi l’anima in pace. Buona notte».

Interviene subito il segretario del partito democratico cittadino, Roberta Rigante. Che ribatte: «Caro Enzo, tu ora fai parte di un partito, un partito di centrosinistra, un grande partito fondato da grandi uomini ma soprattutto su grandi idee. Hai tanto voluto entrarci ed ora che altri hanno consentito che ci entrassi, non puoi lasciarti andare a queste dichiarazioni. Il prossimo sindaco lo deciderà l elettorato. Non tu, non spina, non Emiliano, figurarsi io. “Governeremo questa città per i prossimi dieci anni con un sindaco scelto da noi” è un’affermazione gravissima che offende gli elettori, il partito del quale tu hai la tessera e persino il sindaco che vorrete scegliere!!!».

Ma questo Di Pierro, versione estiva 2017, non ha peli sulla lingua. Ribatte colpo su colpo ad ogni attacco che gli viene rivolto. E la sua replica a Rigante ha anche un senso logico: « Un partito dove il segretario clicca “mi piace” a commenti di un probabile candidato dell’altro schieramento che scende sul personale e quindi deprecabile? Che firma documenti e fa fughe in avanti con manifesti che lanciano candidature? Che lo coltiva come il suo orticello? Ripeto non sono interessato a questo, credo nelle persone e nella classe dirigente di questa amministrazione che ha dimostrato e che dimostra di saper governare tenendo a cuore le sorti di questa città».

Che dire? E’ iniziata la più lunga campagna elettorale alla quale Bisceglie abbia mai assistito.

 

MAURIZIO RANA

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

L’assessore Naglieri giustifica il mancato riconoscimento del premio “Comuni ricicloni” della Legambiente

“Per l’edizione 2022 del premio Comuni Ricicloni di Legambiente, diversamente dagli anni passati, i parametri considerati sono stati il superamento della percentuale di raccolta differenziata del 65% e la produzione pro-capite di rifiuto secco avviato a smaltimento (massimo 75 kg all’anno per ogni abitante). Ciò ha determinato che l’importante riconoscimento sia passato da 113 comuni […]

Risposta Green Link parla chiaro: 30mila euro per pulire le strade durante “Libri nel Borgo Antico” e “Calici nel Borgo Antico”

«La risposta di green link è precisa. Quindi i 30 mila euro stanziati in aggiunta al canone per il centro storico sono serviti per pagare il periodo di Libri nel Borgo Antico e quello di Calici nel Borgo Antico. Il resto dell’anno il centro storico può rimanere una pattumiera? Non diamo completamente la colpa ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: