LA BOLLETTA (le poesie di Pasquale Consiglio)

26 Agosto 2017 0 Di ladiretta1993

IL MESE DIVENTA DI 4 SETTIMANE PER LE BOLLETTE TELEFONICHE E TRA POCO ANCHE PER ACQUA LUCE E GAS E COSI I MESI DIVENTANO 13!

 

LA BOLLETTA

Ma che guaio, che disdetta!

Proprio non me l’aspettavo

E’ arrivata la bolletta!

mentre i soldi ancor cercavo

L’attendevo a fine mese

ma succedon cose strane

Qui aumentano le spese

dopo quattro settimane

Zitto zitto piano piano

han trovato la maniera

Con un bel colpo di mano

e pur senza anda’ in galera

di aumentar di un mese gli anni

questo sol pei pagamenti

Senza dir che fanno danni

solo a noi contribuenti

Che in silenzio e senza aiuti

dobbiam sempre sol subire

Non gridar e restar muti

e magari applaudire

se per gas, acqua, luce

e telefono di casa

la durata si riduce

ed il mese un poco sfasa

Rubacchiando qualche dì

ogni mese con l’inganno

Una mente che scoprì?

Che ancor più guadagneranno

Sindacati e associazioni

tutti in coro stanno zitti

Sono complici o felloni?

Non conoscon più i diritti

Nei contratti par normale

concordare i cambiamenti

Ma in Italia è naturale

ignorare i dissenzienti

Non si chiede il lor parere

Sembra che lo fanno apposta

Loro ruban ch’è un piacere

E noi incassiam … questa supposta!

PASQUALE CONSIGLIO