Ricerche, Amoroso porta in alto il nome di Bisceglie con la sfida all’Alzheimer

,Parla italiano, anzi parla il nostro dialetto locale, lo studio che   potrebbe dare una spinta alla ricerca sulla malattia dell’Alzheimer.

Il concittadino Nicola Amoroso e Marianna La Rocca, insieme ad altri colleghi dell’università di Bari, hanno sviluppato un algoritmo di  intelligenza artificiale che sembra in grado di diagnosticare precocemente – anche dieci anni prima della comparsa dei sintomi – la patologia a partire dalle immagini del cervello ottenute con la risonanza magnetica.

«Congratulazioni a Nicola Amoroso e all’equipe -ha affermato il Sindaco Fata- di cui fa parte per i recenti studi scientifici sull’Alzheimer che potrebbero determinare una svolta nella prevenzione della malattia. Anche nel mondo della scienza Bisceglie recita un ruolo da protagonista».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

On-Line la Piattaforma Digitale del Sospiro di Bisceglie, è già boom di richieste

Nella giornata di oggi Il Sospiro di Bisceglie ha la sua versione digitale sul web in un portale dal sapore autentico e dal carattere deciso: fare rete e creare esperienza. Le coordinate per raggiungere il sito sono semplicemente http://www.sospirodibisceglie.it, un vero e proprio portale d’accesso al Dolce Simbolo di Bisceglie. Ideato per tutti e pensato […]

Giambattista Dell’Olio insignito Socio Benemerito da “Roma Intangibile”

Durante l’evento “Il valore della Prevenzione”, organizzato dal Sodalizio di “Roma Intangibile”, presieduto dal dott. Pasquale D’Addato, alla presenza di importanti personalità della cultura e della sanità tra cui anche quella del prof. Francesco Schittulli, è stato previsto un momento di premiazione per “Il Socio dell’Anno”, lo scorso 27 ottobre, in cui il Consigliere Giambattista […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: