Spina: «il mio candidato naturale è Vittorio Fata. Altrimenti guardiamo a Franco Napoletano»

Ospite del programma “Diario di bordo” a Radio Centro, l’ex sindaco Francesco Spina ha risposto alle domande dei conduttori Mino Dell’Orco e Pino Di Bitetto sulle scelte che farà per le elezioni amministrative che si terranno presumibilmente il 10 giugno.

Il quadro delle alleanze per l’appunamento elettorale non è ancora definito del tutto. Proprio sulle scelte di Spina, pendono le incertezze maggiori.

L’ex Sindaco ha però sgombrato tutti i dubbi: «Vorrei che si mettano da parte le logiche individualiste. Il patto tra le opposizioni è fallito. Angarano diventa fascista o Silvestris diventa comunista. Casella si è allontanato da entrambi. Spero che l’on. Francesco Boccia voglia caricarsi insieme a me della responsabilità di una lista unitaria del Partito Democratico a Bisceglie».

«Bisogna allargare la coalizione e il segretario cittadino Vito Boccia ha sondato il terreno raccogliendo la disponibilità di Vittorio Fata. Auspico una convergenza di altre forze politiche su questa ipotesi. Magari Boccia potrebbe convincere Angarano ad appoggiarlo».

«Se non ci sarà la convergenza auspicata, il Pd ha il dovere di guardare a sinistra dove Franco Napoletano ha già manifestato la sua intenzione di candidarsi».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Area Mercatale, Spina: «Angarano senza educazione istituzionale, intervenga immediatamente con collaudi e autorizzazioni» (IL VIDEO)

«Angarano ritrovi educazione istituzionale e risponda ai cittadini e alle opposizioni nel merito dei problemi sollevati, non con le offese personali: l’area mercatale va ultimata, collaudata e poi gestita secondo Legge. Gli amministratori de “La Svolta”, Angarano in testa, la finiscano di offendere le persone e coloro che da consiglieri democraticamente fanno il loro dovere […]

Area mercatale, Angarano si rifugia in un attacco a Spina: “Da che pulpito vien la predica”

“Da che pulpito vien la predica. Parla proprio lui che era famoso per inaugurare le opere ancora incomplete, come avvenuto per esempio con la piscina con i muri di cartongesso e senza la bitumazione degli annessi. Purtroppo in pochi sanno che sono state utilizzate senza idonea agibilità strutture come il teatro Mediterraneo, il teatro Garibaldi, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: