Porta cestini di ovetti sulla tomba della figlia. Ignoti li rubano

Non c’è pace per la famiglia di Maria Dorotea Di Sia, la giovane di origine campana, morta in un incidente stradale a Bisceglie il 13 maggio del 2014.

La mamma di Dorotea, Pietrina Paladino, aveva messo alcuni ovetti di Pasqua sulla tomba della figlia, al cimitero di Policastro Bussentino. La dolcezza di una mamma nel ricordo di una figlia scomparsa troppo presto. C’è stato però chi per ben due volte si è appropriato degli ovetti togliendoli dalla tomba.

«Ieri ho riportato gli ovetti e un nuovo cestino.Stamattina sparito! due giorni consecutivi», racconta la madre a Infocilento.it. «Io non so che dire sono semplicemente senza parole. Chiunque tu sia. Sei così misero/a…..probabilmente ,anzi sicuramente riderai di me …. Una mamma scema che porta. Gli ovetti alla figlia morta….! E tu spudoratamente li hai presi. Beffandoti di me!».

Maria Dorotea Di Sia, morì all’età di 25 anni a seguito di un incidente stradale avvenuto sulla litoranea di Bisceglie. Un’Audi A6 con a bordo 4 persone e guidata dal fidanzato della vittima, si andò a schiantare contro il muretto in costruzione di una villa. Sulla tragica notizia si sviluppò anche una grottesca e sgradevole vicenda: il Comune di Bisceglie mandò ai familiari di Dorotea una richiesta di rimborso di 650 euro per le spese di rimozione del cadavere. Dopo la denuncia pubblica del fratello, l’allora sindaco Francesco Spina porse le sue scuse e annunciò che quelle spese le avrebbe pagate il Comune.

Istruito il processo, il conducente fu condannato nel novembre del 2015 a 3 anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici, confisca del veicolo e revoca della patente di guida. La famiglia di Dorotea ha proposto appello per ottenere una condanna più dura.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vandali in azione nel centro storico, divelti alcuni addobbi allestiti per le feste natalizie

Lo sforzo dei tanti residenti, commercianti e giovani volontari dell’associazione “Borgo Antico” si scontra con l’ottusità di pochi vandali e teppisti, che la scorsa notte hanno divelto alcuni degli addobbi ideati per abbellire il centro storico in occasione delle festività natalizie. «Da settimane, tutti insieme, ci siamo messi all’opera per rendere il nostro centro storico […]

Furti negli uliveti: Confagricoltura Bari – Bat chiede l’intervento delle autorità

Martedì 29 novembre Confagricoltura Bari-Bat ha inviato una richiesta di incontro con le autorità competenti per discutere sull’ordine pubblico a seguito dell’intensificarsi del fenomeno di furti nelle campagne in particolare del nord barese. La situazione è molto critica per via della stagione, in piena fase di vendita del prodotto. L’oliva andriese infatti ha delle peculiarità […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: