Spina-Fata, il sodalizio si spacca in due

C’è una guerra, non solo tra candidati che ambiscono alla carica di Sindaco; quella, si farà atroce fra qualche giorno. C’è una guerra interna al Pd cittadino. O meglio, tra le fazioni facenti capo a Fata e a Spina.

Quest’ultimo, ieri, affidando la sua dichiarazione alla pagina Facebook, aveva dichiarato che «in vista delle prossime decisioni che saranno prese formalmente dal Partito Democratico si è consolidato il fronte delle forze e dei rappresentanti istituzionali che democraticamente hanno scelto la mozione di allargare la coalizione delle forze civiche e progressiste oltre gli stretti confini del Partito Democratico, individuando nel candidato Francesco Napoletano la sintesi ottimale di tale progetto politico. Hanno finora aderito a tale mozione, che sarà presto oggetto di confronto nelle competenti sedi politiche, i seguenti rappresentanti istituzionali del Comune di Bisceglie: gli assessori Onofrio Caputi, Stefania D’Addato, Paolo Ruggieri, Vincenzo Valente e i consiglieri comunali Giovanni Caprioli, Luigi Cosmai, Marianna De Toma, Marco Di Leo, Natale Monopoli, Pasquale Parisi, Angela Pasquale, Gaetano Simone, Antonio Todisco». E lo scriveva/dichiarava quale compomente dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico.

La verità, però, è che vi è un elenco lunghissimo di personaggi politici non ancora schierati con Spina: Abbascià, Barra, Di pierro,  Di Corrado, Sannicandro, Di Tullio,  Consiglio, Innocenti. Senza dimenticare Pedone, Preziosa e l’ex assessore Sasso che attualmente sostengono altri candidati sindaci.

Tornando alla questione specifica che riguarda il Pd, se è vero che da una parte vi sono aderenti al progetto esterno di Napoletano, è altresì vero che ve ne sono altrettanti che non hanno aderito e che preferirebbero un percorso continuativo e condiviso con l’attuale sindaco uscente Fata. La battaglia è solo all’inizio.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Zes (Zone Economiche Speciali) e le misure urgenti per Bisceglie: se ne discute in un convegno

Le ZES, Zone Economiche Speciali, sono state introdotte in Italia (decreto-legge n°91 del 20 giugno 2017, convertito in legge n°123 del 3 agosto 2017) con l’obiettivo di attrarre grandi investimenti, favorendo la crescita delle imprese già operative o la nascita di nuove realtà industriali nelle aree portuali, retroportuali, industriali e produttive, attraverso rilevanti semplificazioni delle […]

Movimento “Spazio Civico”: almeno dove ci sono le telecamere, si possono sanzionare gli incivili?

“Scusate ma il cane ha portato a spasso un proprietario di m….”; “Gioca anche tu a salta la cacca”. Sono questi alcuni cartelli presenti nella nostra città a causa della persistente inciviltà di alcuni conduttori di cani. Eppure nel 2021 il Sindaco aveva disposto con apposita ordinanza “l’obbligo di pulire immediatamente le deiezioni solide e […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: