Scempio a Piazza Castello, “Dice Caprioli”: si punisca anche chi non è intervenuto

«Il colpevole è stato preso, ma non possiamo far finta che nulla sia accaduto.
Adesso vogliamo vedere le immagini!


Illustrissimo signor Sindaco, allo stesso modo come nei giorni scorsi ha pubblicato le immagini degli sporcaccioni con i volti occultati, che sicuramente hanno un effetto deterrente, adesso vogliamo vedere le immagini di chi ha sversato il mobilio, ieri sera, in piazza Castello. Dobbiamo sapere se è vero che siano stati usati come manovalanza i profughi ospiti in piazza castello, creando così un pericoloso precedente. Il mio è un interesse di parte in quanto ho da buttare alcuni televisori, questa nuova e geniale modalità mi farebbe risparmiare tempo. E’ per questo importante per la cittadinanza valutare come si siano svolti i fatti.
E’ importante in nome della “svolta”, sapere quanti minuti è durata l’azione di sversamento. Se fosse durata più di 30 minuti (dalle foto sembrerebbe anche di più) qualcuno ci dovrebbe spiegare perchè i monitor delle telecamere non sono presidiati da un addetto. Se lo fossero stati ci sarebbe stata la possibilità di inviare una pattuglia che comunque, a prescindere doveva passarci per routine, visto il luogo non proprio periferico e sopratutto, possibile teatro di disordini. Signor Sindaco, ci faccia vedere che per una volta qualcuno si assume le proprie responsabilità. Ho partecipato alla sua campagna elettorale con orgoglio, candidandomi a suo sostegno. Sono ancora convinto che saprà essere il Sindaco della “svolta”, anche se devo dirle in tutta sincerità, che i segnali distensivi indirizzati ai dipendenti comunali, lanciati da lei in campagna elettorale, mi preoccupano non poco. Se “svolta” deve essere allora tutto deve essere messo in discussione. Non credo che essere amici delle persone da guidare sia la strategia giusta, che porterà all’efficienza dell’ente. In sostanza e senza girarci intorno le chiedo, con presunzione, a nome di molti altri cittadini, la testa dell’agente che guardava i monitor o la testa di chi non ha previsto che si guardassero i monitor. Rimane sottintesa la richiesta di veder pubblicate le immagini. Sono certo che sarà coerente con quanto ha già fatto nei giorni scorsi».

Lo pubblica questa mattina Pasquale Caprioli sulla sua pagina social “Dice Caprioli”, all’imdomani della diffusione delle foto e delle dichiarazioni apparse dal consigliere comunale di maggioranza Sergio Ferrante e dall’assessore Angelo Consiglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.