Dal Bilancio in Consiglio emergono la vittoria di Fata e l’incompetenza dei novelli amministratori

30 Novembre 2018 0 Di ladiretta1993

La verità viene presto a galla e, spesso, non si fa attendere molto.Era dall’insediamento di questa Amministrazione comunale che consiglieri comunali, Sindaco e Assessori dichiaravano che il Bilancio ereditato fosse “povero”, non avesse quattrini. Che non vi fossero soldi per l’estate biscegliese, per manifestazioni varie, per arredi scolastici, per asfaltare le strade, per pulire le caditoie.

L’altro ieri, però, il colpo di scena: in pochi si sono accorti che il Consiglio Comunale ha approvato una variazione di bilancio di (poco meno) un milione e mezzo di euro. Ciò significa che aveva ragione Vittorio Fata quando diceva «di aver consegnato ad Angarano le casse del Comune sane e che all’interno vi fossero soldi».

Con colpevole ritardo l’amministrazione ha approvato una variazione che permetterà tra le altre cose i lavori al Teatro Garibaldi: se la variazione al Bilancio fosse stata fatta quatro mesi fa, oggi avremmo avuto i lavori completati o in fase di completamento, ed avremmo evitato di annullare la stagione teatrale all’interno della struttura, fiore all’occhiello della cultura regionale e nazionale.

La variazione di Bilancio permetterà anche i lavori presso il campo comunale “Di Liddo”. Ma se la variazione fosse stata fatta quattro mesi fa oggi avremmo già la ringhiera riparata e la gradinata agibile evitando ai genitori di stare dietro le sbarre, quasi fossero in un lager.
Se la variazione fosse stata fatta quattro mesi fa anche qualche strada poteva già essere riparata.

E’ vero che la variazione di bilancio è di competenza del consiglio comunale, ma i Sindaci che vogliono assumersi le responsabilità fanno una delibera di giunta e poi la portano a ratifica in consiglio, come si è sempre fatto per accellerare gli interventi.

Annunci