Incidente nel foggiano, il conducente del furgone era sotto effetto di droghe

Un particolare importante è emerso nell’inchiesta avviata in seguito all’incidente stradale avvenuta a San Severo in cui ha perso la vita il biscegliese Antonio Ferrante di 61 anni.

Esami tossicologici ed alcolemici del conducente hanno dato esito positivo per le sostanze stupefacenti e nei suoi confronti gli agenti della Polizia Stradale hanno proceduto al ritiro immediato della patente di guida.

Secondo quanto scrive il quotidiano foggiano online “Immediato.net”, «relativamente alla dinamica del sinistro e ai rilievi descrittivi, planimetrici e fotografici il conducente del Fiat Iveco Daily è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per i reati di cui all’art. 187/1 C.d.S. nonché dell’art. 589 bis del Codice Penale per aver guidato in stato di alterazione dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti e di aver avuto una condotta di guida tale da essere stato coinvolto in incidente stradale per il quale si è verificato il decesso di una persona».

Entrambi i veicoli coinvolti nel sinistro (la Fiat Stilo guidata da Ferrante e il furgone Iveco Dayli) sono stati sequestrati ed affidati al Soccorso Stradale.

Fonte foto: sanmarcoinlamis.eu

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: