Orto Schinosa, tagliata erba infestante. L’apprezzamento di Pro Natura

Orto Schinosa torna a “respirare”. Nelle ultime ore, infatti, l’Amministrazione comunale ha provveduto a far tagliare dell’erba infestante nel Giardino dei Giusti, permettendo agli alberelli di tornare visibili.

Come si ricorderà, a denunciare il degrado era stata l’Associazione Pro Natura di Bisceglie, da sempre  a difesa del verde e dell’ambiente.

Lo stesso Mauro Sasso, Presidente del sodalizio, ha tenuto a «ringraziare l’Assessore ai Parchi e Giardini Natale Parisi per aver accolto i nostri appelli dei giorni scorsi, e per aver fatto riemergere gli alberelli piantati dai bambini in occasione della Giornata Nazionale dell’Albero dello scorso novembre. Questi sono gli interventi dell’Amministrazione comunale che apprezziamo !! Ci auguriamo che si dia seguito alla valorizzazione del vero scrigno botanico della città».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dalle estorsioni al caporalato, anche la Bat nella geografia criminale disegnata dall’Antimafia pugliese

Sacra Corona Unita, compagini baresi e mafie foggiane. Questo il quadro attuale della “geografia criminale pugliese” articolata in “tre macro-configurazioni criminali” e analizzata nella relazione sulla ‘Diffusione delle varie forme di criminalità organizzata nella Regione Puglia’, approvata dalla Commissione parlamentare Antimafia sul finire della scorsa legislatura e ora resa pubblica. La Sacra Corona Unita è […]

Shoah, Silvestris organizza un momento di commemorazione: “Per non dimenticare”

Stasera giovedì 26 gennaio alle ore 19 in via della Giudecca (alle spalle della Chiesa di San Domenico,nel centro storico) terremo un momento di commemorazione e riflessione sull’olocausto, nella vigilia del giorno della memoria. «Ricorderemo l’orrore della Shoah, la presenza ebraica a Bisceglie e le vicende accadute nella nostra città a seguito delle leggi razziali. […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: