Unimpresa: un corso di inglese per 30 persone? Fermate tutto!

Unimpresa: un corso di inglese per 30 persone? Fermate tutto!

19 Giugno 2019 0 Di ladiretta1993

Domande, quesiti e richieste di chiarimento che a poche ore dalla chiusura del termine per la presentazione delle domande di iscrizione al corso di inglese a Bisceglie non trovano ancora risposta da parte dei responsabili dell’iniziativa. Soldi pubblici, tantissimi soldi pubblici destinati ai cosiddetti Distretti Urbani del Commercio che, secondo quanto hanno scritto politici, polisindacalisti ed alcuni addetti alla stampa forse molto poco informati sul tema, avrebbero dovuto “Rivoluzionare” il piccolo commercio nelle città; salvarlo dal baratro e rilanciarlo per una nuova vita; combattere la grande distribuzione, sconfiggere la concorrenza delle vendite on line e creare i centri commerciali naturali; rilanciare i centri storici e i centri urbani e riqualificare le aree mercatali.

Chi ha visto tutto questo?

Per il momento, mentre l’ipermercato nella vicina città di Molfetta quindi a pochi chilometri di distanza da Bisceglie, anch’essa interessata dal DUC con gli stessi “attori”, continua ad ampliarsi e a restare aperto tutte le domeniche, nella città marinara della Bat il DUC partorisce un corso di Inglese che, con sole “30” ore di lezione, dovrebbe insegnare l’inglese agli addetti al commercio, per “accogliere i turisti stranieri che arriveranno a Bisceglie”. Incredibile, davvero incredibile, chiosa Savino Montaruli di Unibat il quale ha segnalato una serie di elementi ancora non chiariti in questa iniziativa.

Montaruli scrive: “ancora oggi, a distanza di poche ore dalla data ultima per l’iscrizione al Corso di inglese le domande senza risposta sono tantissime. : “dov’è reperibile la modulistica per l’iscrizione al corso? Chi gestirà il corso? Con quale atto di affidamento? Quali requisiti di ammissione? Dove è stato pubblicato l’avviso pubblico? Come avverrà la preselezione per definire i 30 soggetti ammissibili visto che è a numero chiuso? Perché tanta disinformazione e silenzio? Come sarebbe avvenuta l’iscrizione dei “primi” sessanta pretendenti? Ovviamente queste ed altre domande sono già sulla scrivania di chi dovrebbe assumere decisioni qualora non vengano immediatamente sospese le procedure in corso” – ha concluso Montaruli.

 

 

Ufficio Presidenza UniBat

IL TESTO DELLA LETTERA INVIATA

Al signor PRESIDENTE dell’Associazione Distretto Urbano del Commercio

BISCEGLIE

 

Al signor PRESIDENTE della

REGIONE PUGLIA

BARI

 

Al signor SINDACO del comune di BISCEGLIE

Al signor ASSESSORE AL D.U.C.

del comune di BISCEGLIE

 

A S.E. SIGNOR PREFETTO DELLA BAT

BARLETTA

 

 

Oggetto: CORSO DI INGLESE DUC, RICHIESTA INTERVENTO E PROVVEDIMENTI.

 

In relazione al corso di cui all’oggetto, alla luce delle elencate perplessità organizzative e procedurali, avendo appreso dell’iniziativa e ritenendo che sarebbe opportuno procedere con elementi che diano certezze e trasparenza all’iniziativa visto che:

 

  1. l’informazione dell’evento è stata divulgata solamente in data odierna ed in forma estremamente insufficiente, a soli due giorni dalla data ultima per le iscrizioni che è il 20 giugno 2019;

 

  1. che non risulta dal manifesto ineffabile né da altra comunicazione o comunicato stampa che sia stato emanato e pubblicato un bando pubblico nel quale siano indicate le modalità di accesso al corso, la apposita modulistica e gli elementi da indicare nella medesima ed altre indicazioni di merito;

 

  1. che sul manifesto o comunicato non emerge l’indicazione di dati conoscitivi in merito all’Associazione o Soggetto o Ente che organizzerebbe il suddetto corso ma solamente un generico e semplice indirizzo mail, senza che l’Associazione del Distretto Urbano del Commercio, nonostante i 55mila euro di denaro pubblico cui accederebbe, indichi neppure un indirizzo PEC per la certezza della corrispondenza ed all’invio delle domande di partecipazione al corso in oggetto;

 

  1. da nessuna parte viene indicato l’indirizzo della sede dell’Associazione DUC;

 

  1. quali siano state le modalità di affidamento della gestione del corso e chi risponda al numero 080/3921884 o quale debba essere il criterio di “preselezione” dei 30 fortunati che potrebbero frequentare quel corso,

 

Tutto questo premesso si DIFFIDA l’Associazione DUC dal procedere con tali modalità contestate e nel contempo CHIEDE al Presidente attuale del DUC un urgente incontro chiarificatore. Nel contempo DIFFIDA dal procedere in modo da rideterminare modalità, tempi, termini, condizioni e fattispecie per GARANTIRE NEI TEMPI OPPORTUNI E SECONDO CRITERI DI LEGGE, NELLA TUTELA E SALVAGUARDIA DI TUTTI GLI INTERESSI PUBBLICI, PRIVATI E DIFFUSI, ONDE GARANTIRE LA PARTECIPAZIONE AL CORSO A TUTTI GLI ASPIRANTI, SENZA CONDIZIONI DI DISAGIO, NEL RISPETTO DELLE VIGENTI DISPOSIZIONI NORMATIVE IN MATERIA DI TRASPARENZA.

In assenza di tempestiva comunicazione pubblica di sospensione delle procedure avviate e da avviarsi si procederà con le ulteriori azioni di legge a tutela della trasparenza, della pubblica evidenza e soprattutto del corretto utilizzo di fondi pubblici.

 

Bisceglie,  18 giugno 2019

Ufficio Presidenza UniBat

Annunci