Dal 24 giugno partono i lavori per una biblioteca comunale moderna e funzionale

Dal 24 giugno partono i lavori di ristrutturazione dell’immobile dell’ex Monastero Santa Croce, per una biblioteca comunale più moderna e funzionale, con il rinnovamento di impianti, infissi, arredi, dotazioni tecnologiche, corpi illuminanti, la realizzazione di un ingresso direttamente su strada e un’area comune, accessibile a tutti, dove poter consultare i giornali, svolgere conferenze, mostre e piccoli eventi. Gli interventi prevedranno, inoltre, l’efficientamento energetico, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di un controllo informatizzato degli ingressi, la sistemazione del lastrico solare, il restauro della facciata interna del chiostro e l’adeguamento dei servizi igienici. I lavori saranno eseguiti preservando il patrimonio archivistico e librario, con l’ausilio di una ditta specializzata.

La biblioteca Mons. Pompeo Sarnelli, pertanto, osserverà un periodo di chiusura. L’archivio storico resterà disponibile, previa prenotazione di studiosi e archivisti. I servizi di ricerca, prestito e consultazioni saranno invece sospesi. Dal 25 giugno la sala studio sarà trasferita nella scuola “Dino Abbascià” in pendio San Matteo, nel centro storico, e osserverà i seguenti orari, dal lunedì al venerdì: 8:30-13:30 e 15.30-19:30.

Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una biblioteca a villa Angelica, nel quartiere Sant’Andrea.

Gli interventi costeranno 2 milioni di euro finanziati dalla Regione Puglia con fondi Por Puglia FESR – FSE 2014-2020, nell’ambito dell’avviso per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale – community library, biblioteca di comunità.

“I nostri ragazzi da tempo chiedevano un rinnovamento della biblioteca comunale, con un potenziamento delle dotazioni e degli strumenti”, ha sottolineato il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Con questi interventi restituiremo una biblioteca efficiente, attrezzata e confortevole, che possa essere anche contenitore culturale a tutto tondo. Con la sala lettura nella ‘Dino Abbascià’, di fronte ad una piazza nuova e bellissima, la cultura permea il cuore della nostra Città, il centro storico. Coinvolgendo i giovani, incentivando la cultura e gli eventi si contrasta abbandono e degrado. Trasformiamo così una necessità in opportunità: un presidio culturale nel cuore del borgo antico”.

“Coordinandoci con gli uffici abbiamo organizzato un cronoprogramma che desse agli studenti la possibilità di usufruire di spazi dove poter studiare, dando così continuità ad un servizio molto utilizzato dai nostri ragazzi”, ha sottolineato Tonia Spina, assessore alla cultura del Comune di Bisceglie. “Puntare sulla cultura e sulla formazione dei giovani significa puntare sul futuro, per questo l’obiettivo in questi anni deve essere offrire loro spazi dove poter crescere, condividere, esprimersi, coltivando le proprie propensioni e il proprio talento”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

«Gettato a mare, senza un “grazie”»: lettera aperta al direttore di SistemaGaribaldi, Carlo Bruni

Ciao Carlo, le cose minori e minime in cui ci dibattiamo noi oggi non meritano certo una “consolatio”, ma io ho voluto scriverti lo stesso. Hai sbagliato, Carlo. Hai dichiarato a tutti il tuo programma. Lo hai fatto in maniera esplicita, già nell’emblema. SistemaGaribaldi. Persino l’assenza di bianco tipografico tra le parole, ad indicare che […]

Sua Maestà il Dialetto, iniziativa social della Pro Loco di Bisceglie

Simpatica iniziativa volta al recupero e alla salvaguardia del dialetto, quella pensata dalla Pro Loco Unpli di Bisceglie che, in occasione della Giornata nazionale del Dialetto celebrata in tutta Italia oggi 17 gennaio, invita a realizzare uno scatto o un video in cui sia protagonista il dialetto.“In occasione della Giornata Nazionale del Dialetto realizza dal […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: