L’ex Assessore Ruggieri: «L’Amministrazione non ha svoltato, ha messo a folle…»

Ad un anno dalla svolta più che svoltare la macchina amministrativa sembra essere andata in folle.

Nulla o quasi è stato fatto del programma elettorale e la normale amministrazione viene sbandierata non perché espletata ma perché “gli altri non lo facevano”… a volte persino questa normalità è lasciata al caso o fatta in seguito a sfiorate tragedie, si veda il caso delle potature in villa comunale.

Dove sono finiti i 5000 posti di lavoro? La famosa media di due posti al giorno, si inaugura un supermercato mentre si lascia morire il centro per non parlare delle periferie ormai dimenticate da tutti dopo i comizi di quartiere.

Si é mostrato un assegno gigante con la promessa del dimezzamento degli stipendi da parte di sindaco ed assessori ma sino ad ora di quell’assegno resta solo una foto e nulla più.

A cosa serve promettere mare e monti se poi non si riesce nemmeno a realizzare una collina?

Questo fa disinnamorare la gente dalla politica ancora più di quanto lo fosse già e pensare che in campagna elettorale si é persino scomodato PATERNOSTRO da cui prendere esempio… credo che la buon anonima ora si stia rivoltando nella tomba.

Un estate improvvisata e povera con eventi riciclati ma che nulla fanno per dare il titolo di città turistica alla nostra Bisceglie, che ne avrebbe davvero bisogno e potenziale a sufficienza per esserlo, ma se non si buttano nemmeno le basi non si potrà certo costituire sul nulla… si pensi alla maglia 165 che porterebbe essere un inizio di proiezione verso una “città a vocazione turistica” invece la si vuole destinare ad un’altra zona dormitorio ovvero residenziale come già avvenuto per la litoranea di ponente (zona salsello ed anfiteatro).

Per non parlare del plesso scolastico Don Tonino Bello dove si é fatto il ballo del gambero “prima lo do alla provincia” senza valutare disservizi e problemi ma dando priorità alla sicurezza dei bambini “poi me lo riprendo” perché non si erano considerati i genitori dei bambini stessi di cui però la sicurezza ora non é più importante come in prima battuta…

Senza dimenticare la chiusura del teatro Garibaldi e di alcune strutture sportive giusto per rimanere coerenti con la linea di lassismo nei confronti di una città ormai quasi rassegnata all’immobilismo di questa amministrazione.

Il tutto mentre l’ospedale di Bisceglie viene declassato ed alcuni reparti chiusi, (pediatria, ostetricia e chirurgia già dimezzato da tempo), cosa che lascia lo stesso sindaco “stupefatto” ma che era prevedibile persino da un neonato che haime non potrà più nascere qui.

Una città amministrata a vista senza programmazione da un’amministrazione  figlia di promesse impossibili da realizzare, che se come avviene in altre nazioni, dovesse misurarsi con le elezioni di mezzo mandato, sarebbe andata a casa per fortuna della città e dei Bisceglisi.

Si sottolinea sempre che si durerà in carica tutto il mandato, ma nessuno pensa e sa come…

Sicuramente non é questo “il modo giusto”

Paolo Ruggieri

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

De Toma: «Politiche Giovanili a Bisceglie poco sviluppate»

«Come Consigliere Regionale dei giovani, ho partecipato al progetto  “PUGLIA TI VORREI”, promosso dalla Regione Puglia. Qui,ho avuto l’opportunità di dialogare con l’assessore regionale Alessandro Delli Noci e con l’assessore del comune di Bari Paola Romano,per quanto riguarda le politiche giovanili Anche Bisceglie ha tanto da lavorare sotto il profilo delle politiche giovanili,nel corso di […]

Angarano: «Pioggia di lavori per migliorare la qualità della vita e far crescere Bisceglie»

Il Comune di Bisceglie ha aggiudicato, per un importo di 175mila euro, importanti lavori di manutenzione straordinaria, miglioramento ed efficientamento di edifici pubblici, aree urbane e viabilità ciclopedonale utilizzando finanziamenti assegnati all’Ente nell’ambito della legge n.160/2019 – investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di sviluppo territoriale sostenibile. Tre aree fitness a fruizione libera, con […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: