Criminalità, M5S Bisceglie chiede un Consiglio Comunale monotematico sull’emergenza sicurezza

La Relazione del secondo semestre 2018 della DIA riconferma ciò che tutti sanno e che in pochi vogliono ammettere: l’intera provincia Bat, Bisceglie compresa, è un territorio cuscinetto strategico per gli affari delle mafie pugliesi. Le conclusioni della Direzione investigativa antimafia a fine 2018 descrivono Bisceglie come piazza in cui sono presenti i referenti di due clan baresi di alto profilo.

Bisceglie non si fa mancare nulla: spaccio di droga, estorsioni, caporalato, furti e rapine. Non lo diciamo noi, lo dice la DIA, lo dicono i fatti di cronaca. Negli ultimi mesi non sono mancate sparatorie a cielo aperto, continui roghi di rifiuti nell’agro e alle porte della città, rapine e furti.

Non c’è più da tentennare. Non si tratta di lasciarsi andare ad allarmismi strumentali. Il Movimento 5 Stelle di Bisceglie ha chiesto più volte che l’Amministrazione intraprendesse azioni concrete per fronteggiare quella che è di fatto una emergenza sicurezza e legalità. Abbiamo proposto l’istituzione dello sportello antiracket, della consulta della legalità e abbiamo promosso la convocazione, poi avvenuta, della Commissione speciale per la sicurezza urbana. Abbiamo portato la richiesta di maggior sicurezza della città al sottosegretario Sibilia, tramite il nostro Portavoce Amendolagine e i portavoce nazionali del territorio.

Abbiamo tentato di sollecitare una condivisione trasversale di azioni politico-istituzionali su questi temi, ma le nostre proposte e i nostri solleciti sembrano non aver sortito effetto.

Per questo motivo, stanchi di un atteggiamento di grave sottovalutazione dei fenomeni di criminalità a Bisceglie da parte dell’Amministrazione, annunciamo che nel corso della prossima riunione della Commissione speciale sulla sicurezza urbana – che il Presidente Coppolecchia ha annunciato di voler convocare a breve – presenteremo una proposta di ordine del giorno, speriamo sostenuta unanimemente dai consiglieri sia di maggioranza sia di opposizione, che impegni il Presidente del Consiglio Comunale e l’Amministrazione alla convocazione di un Consiglio Comunale monotematico utile a discutere delle azioni da intraprendere per il potenziamento dei presidi di sicurezza e di legalità in città; un Consiglio Comunale che vorremmo aperto alle realtà del terzo settore, alle sigle sindacali, ai rappresentanti delle forze dell’ordine, alle associazioni di categoria, ai parlamentari e ai consiglieri regionali del territorio.

Fra le azioni da mettere subito in campo non possono più mancare, a nostro parere, un sistema diffuso di mappatura, controllo, monitoraggio e segnalazione delle situazioni di illegalità sul territorio, nonché iniziative diffuse e costanti di rigenerazione urbana e sociale.

M5S Bisceglie

Enzo Amendolagine Portavoce

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Carceri: Galantino (FdI), solidarietà a polizia penitenziaria

“Visitando oggi le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria in servizio presso il carcere di Trani, ho portato loro la mia vicinanza per i recenti fatti accaduti che hanno visto due detenuti dare fuoco a un agente e un detenuto in possesso di una pistola tentare di uccidere uno dei loro colleghi”. Lo afferma […]

Spina: «I soldi dei cittadini usati come bancomat?»

«Con determina dirigenziale del 22 settembre, l’amministrazione Angarana preleva dal fondo di riserva 30 mila euro e li trasferisce al gestore del servizio di igiene urbana, il cui contratto scade il 30 settembre 2021, per non precisati e definiti “servizi aggiuntivi”. Il dirigente è’ ben attento, naturalmente, a non elencare o indicare questi pseudo servizi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: