Digithon 2019: conclusa la giornata di formazione di Intesa SanPaolo Innovation Center dedicata alle Startup

Si è appena conclusa la giornata di formazione tenuta nell’Inventor LAB di DigithON alle Vecchie Segherie di Bisceglie (BT) da Intesa Sanpaolo Innovation Center e riservata alle oltre 200 startup iscritte alla call di DigithON 2019, la maratona delle idee digitali che torna per il quarto anno consecutivo in Puglia, dal 5 all’8 settembre.

Questo è uno dei primi appuntamenti del nuovo Inventor LAB, che vorremmo che diventassero fissi e sempre più frequenti durante l’anno”, ha dichiarato in apertura lapresidente di DigithON Letizia D’Amato, sottolineando l’importanza di iniziative come questa: “DigithON rappresenta una grande vetrina per le startup di fronte agli investitori e alle aziende, ma spesso arrivano delle belle idee che però non sono presentate in maniera altrettanto efficace. Per questo motivo per noi è fondamentale dare la possibilità agli inventor di arrivare al meglio a presentare il loro progetto”.

Oggi abbiamo analizzato le varie fonti di approvvigionamento di capitale al quale può accedere una startup, dalla forma più classica del debito bancario ad altre forme di finanziamento di nuova creazione, che derivano principalmente dal mondo americano”, ha spiegato Matteo Gallo di Intesa Sanpaolo Innovation Center.

Vi aspettiamo tutti dal 5 all’8 settembre qui e nelle serate in piazza Castello. Presto sveleremo il programma, ma possiamo anticipare che anche quest’anno ci saranno tanti rappresentanti del mondo delle istituzioni e del mondo delle imprese a portarci il loro punto di vista e la loro idea sul digitale”, ha concluso D’Amato.

La mission fondamentale di DigithON si conferma quella di essere un trampolino di lancio per innovativi progetti digitali, avvicinando la comunità finanziaria a quella delle startup, selezionando le più interessanti e promettenti tra le oltre 220 proposte arrivate da tutta Italia e non solo.

Anche quest’anno le 100 idee finaliste, che si contenderanno il primo premio di 10.000 euro e gli altri messi in palio dai partner, spaziano tra i temi più svariati e le tecnologie più diverse – dall’intelligenza artificiale alla blockchain, dalla realtà aumentata alla stampa 3d – con particolare attenzione al business, alla salute e all’ambiente. Dall’eCommerce alla protezione del made in Italy, passando per il rapporto con il cliente e la promozione sui social media e non solo, sono diversi i campi in cui le moderne tecnologie possono aiutare nell’avviare e promuovere un’attività, dal food delivery fino al mercato immobiliare o alla Circular Economy. Innovazioni anche nel settore della salute, con idee nell’ambito dell’industria farmaceutica, dell’ortopedia, dell’assistenza a domicilio, del wellness, delle consulenze mediche, dell’alimentazione e del monitoraggio dei parametri vitali. Dai progetti è emersa anche una sensibilità particolare per la natura, dalla salvaguardia delle specie animali a rischio alla sicurezza ambientale, dalle bioplastiche ai progetti per massimizzare i risultati nell’agricoltura e nell’allevamento o aiutare la vendita di prodotti agroalimentari locali.

Collegate al tema ambientale, anche le proposte riguardanti la mobilità, con idee su veicoli elettrici, car sharing, logistica o per incentivare l’uso della bicicletta e del carpooling.

E ancora progetti nel mondo dell’ePayment e Fintech e in quello del lavoro, sia per chi cerca che per chi assume, o è interessato alla formazione. Senza dimenticare lo svago, con applicazioni dedicate agli interessi più disparati, dalla musica agli eSport, dalla cultura alla cucina, con proposte anche per i proprietari di animali domestici e per gli amanti del vino, dei piatti tipici, delle vacanze sportive all’aria aperta o più “tranquille” in spiaggia o a bordo piscina.

16 le regioni rappresentate dalle startup finaliste: Puglia (20), Lazio (19), Lombardia (17), Campania (8), Sardegna (7), Toscana (6), Emilia-Romagna (4), Marche (4), Veneto (4), Liguria (3), Piemonte (3), Calabria (1), Friuli-Venezia Giulia (1), Molise (1), Sicilia (1), Umbria (1).

I 100 inventor avranno 5 minuti a disposizione sul palco delle Vecchie Segherie di Bisceglie per il pitch di presentazione della loro idea di business davanti ai rappresentati delle principali aziende italiane e internazionali dell’economia digitale, dell’editoria e i più importanti investitori nazionali ed esteri.

Sarà poi il comitato scientifico di DigithON, insieme alle votazioni che arriveranno dalla rete a decretare le idee vincitrici della quarta edizione.

I progetti dei 100 finalisti sono consultabili sulla piattaforma www.digithon.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

FIALS: grave carenza di personale ausiliario, a rischio i servizi

Nonostante i continui e ripetuti allarmi lanciati a più riprese e da tempo dalla Scrivente Segreteria FIALS, la Direzione Generale della Asl BT, a distanza di circa tre Anni non è ancora in grado di procedere all’approvazione del nuovo Business plan (benché ne siano stati proposti diversi dall’amministratore unico della SANITASERVICE ASL BT srl), al […]

Aspettando La Notte dei Sospiro

In questi giorni, per le vie della Città, il profumo di Sospiri è più avvolgente del solito. L’aria è delle più sorprendenti per i post che circolano sui social in questi giorni a marchio Sospiro di Bisceglie, che preannunciano qualcosa di magico. Tutto merito dell’Associazione Pasticcerie Storiche Biscegliesi che sta sfornando una novità assoluta. Al […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: