Posteggi Festa Patronale, Unibat: Comune e Comitato Festa non danno risposte, gravissimo

I silenzi sembrano prevalere a Bisceglie, nonostante le osservazioni di merito formulate da Associazioni di Categoria a tutela della legittimità delle procedure e soprattutto a salvaguardia dei diritti degli operatori richiedenti posteggio. Ad oggi restano senza risposte le note di Unibat, integrate con ulteriori osservazioni giunte in data odierna anche alla Curia Arcivescovile, oltre che alle altre Autorità amministrative coinvolte nella delicatissima vicenda che rischia di creare un precedente dannosissimo e molto pericoloso.

La novità è ora rappresentata dagli inviti trasmessi ai richiedenti posteggi da parte del Comitato che invita a ritirare il posteggio nei giorni 1 e 2 agosto ma senza specificare criteri di assegnazione; graduatorie di elaborazione visto che si fa riferimento solo a quella provvisoria in quanto la definitiva non è mai stata pubblicata nonostante il ricorso; senza specificare quanto, come e a chi debbano essere pagati i tributi e gli altri oneri connessi; senza indicare il metodo di scelta del posteggio e se tale criterio di legge sarà disapplicato; senza specificare in che modo si intenda applicare una graduatoria senza che questa sia stata elaborata nel rispetto dei criteri regionali a salvaguardia dell’anzianità e dell’iscrizione storica al Registro delle Imprese – REA.

Una serie di contestazioni che se dovessero restare senza risposta rappresenterebbero un precedente estremo che metterebbe altresì in difficoltà le Associazioni di Categoria nella loro attività statutaria a difesa dei diritti ed a salvaguardia delle procedure di legge che a Bisceglie, nel caso di Festopoli e di altri mercati anomali sembrano non esistere per nulla e questa è un’aggravante davvero insopportabile.

 

Ufficio di Presidenza Unimpresa Bat

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Morte Alessia Ferrante. Legali medico accusato di omicidio: «Faceva uso di droga e alcol». La famiglia: «Le perizie dicono “eccesso di anestetico”»

Da una raccolta di dichiarazioni rilasciare da accusa e difesa a “Quinto Potere” e “Il Fatto Quotidiano”, nell’ambito del processo a carico del medico Reho che dovrà difendersi dall’accusa di “omicidio colposo”, emergono due versioni opposte che spostano le lancette delle responsabilità del decesso sul medico chirurgo plastico o sulla influencer biscegliese Alessia Ferrante. “Gli […]

Riciclaggio in azienda ortofrutticola, 17 indagati. Biscegliese 54enne agli arresti domiciliari

C’è anche un biscegliese di 54 anni, da anni residente a Trezzano sul Naviglio, in provincia di Milano, tra le 17 persone finite nei guai nell’inchiesta della Procura di Potenza per associazione a delinquere, peculato, riciclaggio e autoriciclaggio, reati commessi nella provincia di Matera (a Policoro e Scanzano Jonico) ma anche in altri territori italiani, in […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: