Furto nella notte alla sede della società che gestisce l’igiene urbana. Uffici distrutti

Nella notte tra l’11 e il 12 ottobre, ignoti si sono introdotti nella sede della società Energetikambiente in via Stoccolma che a Bisceglie gestisce il servizio di igiene urbana, e hanno distrutto arredi e strumenti di lavoro degli uffici.

Dopo una prima ricostruzione dei fatti, si è accertato che l’obiettivo dei delinquenti era la cassaforte a muro presente in una delle stanze. Questa è stata asportata, aperta e svuotata del contenuto. Secondo i responsabili dell’azienda, il bottino è stato magro perchè all’interno c’erano solo documenti privi di importanza

Energetikambiente ha presentato denuncia e la Polizia Scientifica è giunta sul posto per i rilievi di rito. Gli inquirenti sono al lavoro per capire se si sia trattato di un semplice tentativo di furto, come tanti che purtroppo stanno avvenendo nella zona industriale, o si sia trattato di un tentativo di intimidazione nei confronti dell’azienda.

«Non ci faremo certo intimidire», hanno dichiarato i vertici dell’azienda alla stampa locale, «noi continueremo a lavorare per il bene della città e continueremo a denunciare ogni tentativo di intimidazione. L’azienda non ha paura di nessuno».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Vendevano mascherine cinesi senza indicazioni in italiano, nei guai due farmacie (una di Bisceglie)

Mille mascherine irregolari. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bari nell’ambito dei servizi sulla commercializzazione di dispositivi medici e di destinazione d’uso sanitario. Nel corso di controlli presso una farmacia di Bisceglie e un esercizio commerciale di Bari, gestito quest’ultimo da una cittadina di nazionalità cinese, i militari hanno constatato la presenza di migliaia […]

In Puglia cambiano le regole sulle registrazioni dei casi positivi Covid

“Con le nuove regole sulla gestione dei casi confermati covid introdotte dal Governo nazionale, i test antigenici rapidi effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale SARS-CoV-2 e registrati sul sistema informativo regionale sono stati resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma ai fini della sorveglianza e della gestione dei casi […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: