Tutto esaurito e tanti applausi per la prima uscita della “Compagnia Dialettale Biscegliese”

Tutto esaurito e tanti applausi per la prima uscita della “Compagnia Dialettale Biscegliese”

1 Dicembre 2019 0 Di Antonella Salerno

Battute a catena che hanno scaturito una valanga di risate, soliti ed apprezzati giochi a doppi sensi, applausi e altre cinque serate sold out previste nei prossimi giorni per la Compagnia Dialettale Biscegliese.

La “Compagnia” ha vinto su tutti i fronti, con la nuova commedia intitolata: Andra’ ce vu tagghio’, pe re pezzoche te sia acchecchio’, svoltasi presso il Teatro Politema Italia di Bisceglie.

 

Grazie ai brillanti testi dell’ autore Pino Tatoli, e all’accurata regia di Uccio Carelli, i bravissimi attori, si sono immedesimati molto bene nei panni di alcuni personaggi, cui comportamento naturale, scaturisce ilarità in chi li osserva.

Il loro modo di esprimersi piuttosto “ colorito”, unito ai gesti espansivi del linguaggio del corpo, è stato studiato attentamente dagli attori che li hanno portati in scena con estrema naturalezza, ma non lasciando nulla al caso.

Tema centrale della commedia le cosiddette “pizzoche”, donne che amano “sparlare” su persone che non conoscono realmente, inventando storie anche prive di fondamento.

 

Il sipario si apre evidenziando la meravigliosa scenografia di uno scorcio del centro storico, quello di largo S. Adoeno, ad entrare in scena con la chitarra, è Alfonso, personaggio ingenuo e idiota ma benestante, interpretato dal bravissimo poeta dialettale Nicola Ambrosino, il quale innamorato ma non ricambiato da Rossella ( Maristella Lupone) figlia di Andrea ( Uccio Carelli) fa svegliare con le sue serenate stonate a notte fonda, uno dei condomini Pantaleo (Vincenzo Lopopolo).

 

La sua ira è tale che non esita a lanciargli dalla finestra oggetti di uso quotidiano tra cui scarpe.

Il mattino successivo dopo il suono della tradizionale sirena delle 8:00, ci penserà il netturbino,  interpretato dal poliedrico Carlo Monopoli a pulire le strade evidenziando il suo disappunto al calzolaio impiccione Franco Carriera, per quanto sia diventata incivile la nostra società nel gettare per strada i rifiuti.

 

La meravigliosa voce di Pamela interpretata dal soprano Raffaella Montini cattura l’ attenzione del vicinato, creando antipatie da parte delle mogli dei condomini, Maria ( Mariangela di Benedetto, di Licetta ( Simona Lopopolo) e Romina ( Antonella Di Chiano).

Le tre donne cominciano a sospettare che i loro mariti le tradiscono con la bella settentrionale Pamela, in quanto ha un figlio, di cui non si e’ a conoscenza del padre.

Nonostante la lingua tagliente, Nonna Rosina (Francesco Di Bitetto), le consiglia di dire il nome del padre del bambino, in quanto le bigotte stanno creando l’atmosfera infuocata.

A creare altri grattacapi nella famiglia di Andrea, c’e’ il figlio Gianni (Franco Mastrodonato), il cui impiego, non piace affatto al padre.

 

Il tutto si risolverà con l’entrata in scena di Sabrina Di Bitetto che concluderà brillantemente la commedia con l’applauso scrosciante del pubblico, già piegato in due dalle risate.

Ci congratuliamo con tutti i bravissimi attori i quali hanno dato il meglio di se sul palcoscenico, per garantire al pubblico, un divertimento assicurato.

 

Sono solo pochissimi i biglietti disponibili per le serate, dell’1 6 e 7 Dicembre, per maggiori informazioni e prevendita, ci si può recare presso la Maison Lacedonia Fotografia, in Via Aldo Moro 15.

Questi i prezzi dei biglietti: Prime file 18 euro, poltrona 15 euro e 10 euro i posti a sedere sui palchi.

 

La Compagnia Dialettale Biscegliese, ha sede legale in via degli artigiani 8 a Bisceglie.

Infoline 335 641 85 44 – 346 34 606 86 e-mail: dialettale_bisceglie@libero.it

 

 

 

Antonella Salerno

Annunci