“Giornata Mondiale Zone Umide”, anche Legambiente Bisceglie aderisce alla pulizia della zona Ariscianne-Boccadoro

“Giornata Mondiale Zone Umide”, anche Legambiente Bisceglie aderisce alla pulizia della zona Ariscianne-Boccadoro

28 Gennaio 2020 0 Di ladiretta1993

Da diversi anni Legambiente a livello nazionale, aderisce alla Giornata Mondiale delle Zone
Umide che ricorre il 2 Febbraio, per ricordare la firma della Convenzione di Ramsar, sulle zone
umide di importanza internazionale, avvenuta nel 1971.
La Convenzione è lo strumento che fornisce ai 170 Paesi firmatari linee guida per la conservazione
e l’uso razionale delle zone umide e delle loro risorse, ed è l’unico trattato internazionale
sull’ambiente che si occupa di questo particolare ecosistema, che oltre ad accogliere e conservare
una ricca diversità biologica di uccelli, mammiferi, rettili, anfibi, pesci e invertebrati, garantisce
risorse di acqua e cibo e svolge una funzione di mitigazione ai cambiamenti climatici.
In occasione della Giornata Mondiale delle Zone Umide i circoli Legambiente di Barletta, di Andria,
Trani e Bisceglie, per la prima volta insieme, organizzano con il supporto di Enpa – sezione di
Barletta, Gli amici del Cammino – Running e& Walking, Barletta sui Pedali, il Delfino blu, Scartoff
e Fra Storia e Natura per domenica 2 Febbraio 2020, un’escursione presso l’area umida di
Ariscianne-Boccadoro; nell’occasione all’evento aderiranno gli studenti di alcune scuole ed i
volontari del progetto “Mare d’inverno “ del programma European Solidarity Corps.
L’iniziativa a tema “ La vita prospera nelle zone umide” per quest’anno si pone come obiettivo
principale quello di far conoscere un’area del nostro territorio, di rilevante interesse naturalistico:
un importante sito ambientale per il riposo e ristoro di flussi migratori di diverse specie volatili,
tra cui il Martin Pescatore, la Gazzetta, l’Airone cenerino, il Gheppio. Inoltre è diventata la casa
anche di alcuni mammiferi come le volpi. É una zona paludosa, ambiente ideale per diversi anfibi
come la rana, il rospo comune ed il rospo smeraldino.
In secondo luogo il fine che si intende perseguire è quello di promuoverne la tutela oltreché da
parte delle istituzioni, anche e soprattutto da parte dei cittadini, coinvolgendoli in attività che
prevedano visite guidate con descrizione dell’habitat naturale e attività di pulizia e rimozione dei
rifiuti portati in questi ambienti da un’azione antropica distratta e poco attenta.
L’appuntamento per tutti è domenica 2 Febbraio 2020 presso la vasca Boccadoro alle ore 9,00,
per trascorrere una mattinata all’insegna del rispetto della natura e del delicato e prezioso
ecosistema delle zone umide.

Annunci