Giorno del Ricordo: Bisceglie commemora Antonio Papagni, il 16 febbraio apposizione targa

Domenica 16 febbraio, alle ore 10 al civico 55 di via San Lorenzo, l’Amministrazione Comunale ha organizzato una cerimonia commemorativa, con l’apposizione di una targa, in onore di Antonio Papagni, biscegliese disperso in guerra nell’esercizio dell’attività di agente di Polizia presso la Questura di Trieste, riconosciuto dallo Stato “vittima delle foibe”, ex lege n.92 del 30 marzo 2004.

“L’orrore delle Foibe è una pagina dolorosa della nostra storia che abbiamo il dovere di ricordare e trasmettere soprattutto ai più giovani perché insieme dobbiamo essere costruttori di pace e dobbiamo rinforzare quotidianamente gli anticorpi contro l’indifferenza, l’odio, la discriminazione e la violenza”, ha commentato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Per questo la commemorazione del nostro Concittadino Antonio Papagni è un gesto concreto finalizzato proprio a favorire la conoscenza della storia e a stimolare la riflessione, la memoria attiva e condivisa, superando qualsiasi forma di negazionismo o revisionismo”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Nasce l’Associazione LED (Lavoro e Dignità)

Si è costituita a Bisceglie l’associazione “Lavoro e Dignità” (LED). L’azione del nuovo sodalizio mira ad affermare politicamente i principi e i valori fondamentali della Costituzione italiana nata dalla Resistenza antifascista. Nello specifico, l’Ass. LED perseguire le seguenti finalità: – combattere contro ogni affermazione di vecchi e nuovi fascismi; – perseguire il superamento dello sfruttamento […]

L’Ass. Vittime Emergenza Covid a fianco di genitori e docenti

L’A.I.V.E.C (Associazione Italiana Vittime Emergenza Covid 19), apolitica e apartitica, senza scopo di lucro ha prestato particolare attenzione alle voci di coloro che hanno subito pregiudizi dalla diffusione del covid-19. Negli ultimi giorni sono pervenute alla richiedente associazione molteplici richieste di intervento da parte di genitori e docenti che non vogliono la didattica in presenza, […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: