Raccolta rifiuti, Legambiente: iniziata malissimo, cose fatte in fretta e con disorganizzazione

Raccolta rifiuti, Legambiente: iniziata malissimo, cose fatte in fretta e con disorganizzazione

6 Marzo 2020 0 Di ladiretta1993

La raccolta porta a porta è iniziata male, malissimo, anzi, non è proprio incominciata.
Dopo i proclami e le autocelebrazioni che sbandieravano un’organizzazione quasi perfetta, ed un’informazione capillare (tre incontri in una chiesa, sic! ) per informare sul modo corretto di differenziare, i quartieri si sono riempiti di rifiuti.
Invece di ritirare i bidoni ‘da 240’, permettendo ai cittadini di consegnare le frazioni nei nuovi mastelli, per giorni non si è neppure raccolto ciò che era stato depositato PRIMA del 2 marzo.
E si continua.
Ieri, qualcosa si è vista: hanno fatto sparire alcuni contenitori dai condomini.
Qualcuno penserà che avranno, come logica vuole, ritirato l’umido o l’indifferenziato, le frazioni cioè più ‘instabili’, sporche e… puzzolenti.
E invece no, cosa hanno ritirato per prima? La carta!
Oggi invece hanno riposato…
E mentre la gente, trovando ancora i vecchi contenitori, un po’ per comodità e un po’ per dubbio, continua ad ammontonare rifiuti e rifiuti che, giocoforza si mischiano e crescono, nessuno si preoccupa di risolvere il problema.
Lo schifo, più che altro.
Quello che… ‘alla fine della fiera’, risalta ancora più dei quartieri sommersi da tonnellate di rifiuti in disfacimento è la mancanza della capacità di gestione della trasformazione dell’aziendae di controllo e intervento tempestivo dell’amministrazione comunale.
Speriamo ardentemente di essere smentiti da giustificazioni motivate: chiederemmo scusa.
Nel frattempo una domanda: non sarebbe stato meglio cominciare quando si era pronti davvero?

Legambiente Bisceglie

Annunci