Unipuglia: le Ordinanze di molti Sindaci sono inefficaci

Unipuglia: le Ordinanze di molti Sindaci sono inefficaci

26 Marzo 2020 0 Di ladiretta1993

LE O

La tesi sempre sostenuta dai rappresentanti delle Associazioni UNIPUGLIA e CASAMBULANTI trovano riscontro anche nel recente Decreto legge n. 19 del 25 marzo 2020. Così come già era stato affermato nel D.L. 2 marzo 2020, nr. 9, le ordinanze sindacali sono inefficaci. A tal proposito, accortisi dell’abuso, alcuni sindaci della Provincia Bat che avevano emanato tali ordinanze contingibili ed urgenti, hanno modificato o revocato tali ordinanze, attenendosi alla legge che avevano violato.

Il Presidente UNIPUGLIA e Coordinatore CasAmbulanti, l’andriese Savino Montaruli, ha scritto al Prefetto della Provincia Barletta Andria Trani affinché verifichi la legittimità di tali provvedimenti, nel caso li faccia revocare e assuma provvedimenti nei confronti di chi abbia violato le prescrizioni ed i divieti di cui ai suddetti Decreti Legge.

 

________________________________

 

D.L. 2 marzo 2020, n. 9, art. 35 – Disposizioni in materia di ordinanze contingibili e urgenti  – Capo IV – Disposizioni finali e finanziarie, al comma 1, recita: “A seguito dell’adozione delle misure statali di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 non possono essere adottate e, ove adottate  sono  inefficaci,  le  ordinanze  sindacali contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l’emergenza predetta in contrasto con le misure statali.

 

Decreto-legge 25 marzo 2020 n. 19 recante “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19” il quale, all’art. Art. 3 – Misure urgenti di carattere regionale o infraregionale, comma 2, recita: “I Sindaci non possono adottare, a pena di inefficacia, ordinanze contingibili e urgenti dirette a fronteggiare l’emergenza in contrasto con le misure statali, ne’ eccedendo i limiti di oggetto cui al comma 1.

Annunci