CasAmbulanti: “Ambulanti disperati, c’è accanimento. Boicotteremo Elezioni Regionali”

Sono sull’orlo della disperazione i ventimila ambulanti di Puglia che continuano a subire l’indifferenza delle Istituzioni, della politica a tutti i livelli. Dopo la sosta forzata delle attività una ripresa difficile e piena di ostacoli.

Da una parte gli Ambulanti dei mercati che continuano a subire le ingiustizie di sindaci che, con un accanimento ingiustificato e dannoso continuano a sospendere e sopprimere i mercati, ad elevare multe e soprattutto ad ignorare le problematiche della categoria. Un’indifferenza che non è solo politica ma anche istituzionale. Dall’altra parte altre migliaia di Ambulanti che vivono di un unico sostentamento che è rappresentato dalle manifestazioni tradizionali: Fiere, Feste Patronali, Parrocchiali e locali. Un comparto ancora completamente fermo ed immobile nonostante l’emanazione delle ambigue linee guida della Regione Puglia, disattese dai sindaci che hanno messo sul lastrico migliaia di famiglie rimaste senza alcun reddito ma con le spese, i tributi, tasse e contribuzione da versare come se stessero lavorando.

A guidare quest’ultima battaglia nei comuni di Puglia anche il presidente UniPuglia, Coordinatore CasAmbulanti Italia, l’andriese Savino Montaruli che, dopo mesi di instancabile attività sindacale sui territori per la ripartenza dei mercati ha dichiarato: “siamo esausti ma non rassegnati. La politica e le istituzioni si stanno mostrando maligne e distanti dai problemi della gente, delle persone, delle imprese, dei lavoratori. L’esasperazione ha portato anche ad un tentato suicidio, al comune di Canosa durante una riunione, di un Ambulante che solo grazi all’intervento dei colleghi e degli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Canosa di Puglia è stato salvato dal vuoto, è la dimostrazione plastica della tragedia in corso. Questa situazione insostenibile ci sta portando a scelte estreme e tra queste abbiamo deciso di boicottare le elezioni regionali di settembre perché quegli oltre centomila voti sviluppati dal settore e dalle famiglie dei ventimila Ambulanti di Puglia non sono meritati da quanti continuano a manifestarsi indifferenti di fronte ai drammi di questa Categoria lasciata da sola di fronte a questa immane tragedia. Boicottare le elezioni regionali di settembre è solo una delle tante iniziative che sono in calendario. Altre sono ancor più eclatanti, sperando di non arrivare mai a quelle senza ritorno” – ha concluso il leader sindacale pugliese.

Alla notizia della soppressione del distanziamento personale nei treni ad alta velocità la reazione degli Ambulanti è stata decisa e chiara: “ci stanno massacrando con regole assurde nei mercati ma poi, di fronte ai grandi interessi delle multinazionali, le istituzioni e la politica si dimentica del virus. I mercati e le manifestazioni fieristiche non sono luogo di contagio e noi non saremo mai capro espiatorio” – hanno affermato gli aderenti a UniPuglia e CasAmbulanti Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Sull’anticipo della nascita di Gesù Bambino la sfida è a Bisceglie tra Boccia e mons. Ricchiuti

Si gioca a Bisceglie la partita sulla proposta avanzata dal Ministro Boccia (biscegliese) di anticipare di un paio d’ore le celebrazioni liturgiche il 24 dicembre prossimo. A replicare all’esponente Pd è stato il presule Giovanni Ricchiuti (anch’egli biscegliese). Lo ha fatto sulle pagine de “Ilfattoquotidiano.it” in una lunga intervista curata dal collega Francesco Antonio Grana. […]

Legambiente, Di Gregorio: pochi soldi per i pasti caldi agli indigenti e troppo denaro per le luminarie

Non ci siamo, proprio non ci siamo. La nuova delibera della giunta comunale biscegliese al gran completo, ci trova sconcertati! In essa, per le festività natalizie, si destinano a luminarie e rappresentazioni varie, oltre 34.500€ mentre, per i pasti caldi degli indigenti, meno di un decimo di quella cifra. Ci chiediamo sgomenti se, come hanno […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: