Di Leo (Bisceglie d’Amare) scrive al Sindaco: perchè non ci sono Vigili davanti agli ingressi di alcune scuole?

Di Leo (Bisceglie d’Amare) scrive al Sindaco: perchè non ci sono Vigili davanti agli ingressi di alcune scuole?

25 Settembre 2020 0 Di ladiretta1993

Marco Di Leo, già consigliere comunale e oggi rappresentante del movimento civico “Bisceglie d’Amare” scrive al Sindaco Angarano a distanza di poche ore dalla riapertura delle scuole in città:

«Le voglio presentare una situazione potenzialmente pericolosa che mi è stata segnalata da alcuni
genitori.
Oggi, 24 settembre, è cominciato un nuovo anno scolastico. Nonostante la campagna
elettorale sia terminata pochi giorni fa, il gruppo politico Bisceglie D’Amare è sempre attivo sul
territorio, mettendosi a disposizione della cittadinanza per raccogliere richieste, segnalazioni e
quesiti da porre all’amministrazione.
Con lo spirito costruttivo che da sempre ci caratterizza, Le riporto alcune delle istanze
riferitemi: Come mai non è stata garantita la presenza dei presenza dei vigili, agli orari di ingresso e
di uscita, presso alcuni plessi scolastici, per regolare il traffico, mettendo quindi in sicurezza
l’attraversamento pedonale dei nostri piccoli concittadini?
Le segnalo anche lo stato inadeguato della segnaletica orizzontale, strisce pedonali incluse. Sarebbe
opportuno prestare la dovuta attenzione, intervenendo alacremente nei pressi di tutti gli edifici
scolastici che presentano queste criticità.
Inoltre, mi permetta di farLe una proposta: lo scorso anno, molti studenti non hanno potuto
usufruire dei mezzi di trasporto pubblico, nonostante avessero pagato l’abbonamento in anticipo.
Perché non garantire loro la sottoscrizione di un abbonamento gratuito per l’anno scolastico in
corso? Sarebbe altresì opportuno estendere la misura alle famiglie meno abbienti, magari più
povere causa recessione economica derivante dalla crisi sanitaria in atto.
Si tratterebbe di un bel gesto dell’amministrazione che, indistintamente dal proprio credo politico,
tutti apprezzerebbero».