Spina: “Il Duc è morto ed il commercio in città langue e soffre”

Lunga disamina da parte del consigliere comunale Francesco Spina sulla situazione del commercio in città, partendo dall’esempio virtuoso della vicina Trani e passando per il funzionamento attuale del Distretto Urbano del Commercio (Duc). Il testo è stato pubblicato sul profilo Facebook del consigliere e lo riportiamo di seguito.

Complimenti alle associazioni di categoria di Trani e al loro senso di responsabilità e generosità. Chiedono di devolvere le risorse per le festività natalizie ai cittadini indigenti e più fragili.

Quest’anno a Bisceglie avrei destinato le somme stanziate per le festività, almeno in parte, all’istituzione delle social card, tessere per l’acquisto di generi alimentari (ideate e utilizzate dalle mie amministrazioni) e di altri prodotti da spendere presso gli esercenti cittadini. Così si sarebbero tutelate le fasce sociali più deboli, ma nello stesso tempo anche i piccoli esercenti della città presso cui soltanto si sarebbero potute spendere le somme delle “social card”.

Peccato, anche, che a Bisceglie il fallimento del “Duc” (Distretto Urbano del Commercio), da dove fui senza preavviso sostituito quale Presidente, illegittimamente, da Angarano (guarda caso dopo che avevo preteso gli avvisi pubblici per la gestione dei finanziamenti reperiti fino a quel momento, anziché la trattativa privata come si è’ fatto dopo di me), abbia frustrato il bel progetto di sviluppo delle attività produttive che aveva armonicamente animato le associazioni di categoria biscegliesi e il Comune di Bisceglie.

Il DUC, ORA, sembra morto con la pantomima in stile Angarano del nuovo presidente dimissionario, ma giuridicamente ancora in carica per mancanza della presa d’atto delle dimissioni e, quindi, per impossibilità di procedere alla sostituzione. Sicchè, mentre Angarano e c. meditano, il commercio e le fasce sociali della città languono e soffrono.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Senza pace: distrutta anche una giostrina in Villa Comunale. Sindaco: la sostituiremo

«Ogni volta che in piazza Vittorio Emanuele vedo le giostrine, donate alla Comunità nel 2019, popolate di tanti bimbi che giocano spensierati e allegri con i loro genitori e nonni, provo anch’io la stessa felicità. Purtroppo l’imbecillità di alcuni non ha risparmiato neanche un luogo riservato ai più piccoli e una giostrina è stata rotta. […]

“Italia Sovrana e Popolare”, anche a Bisceglie si raccolgono le firme per presentare le liste alle Politiche

Anche a Bisceglie è iniziata la raccolta delle firme per permettere di partecipare alla lista Italia sovrana e popolare alle elezioni politiche nazionali del 25 settembre. «Se volete darci una mano -scrivono gli iscritti al movimento- potete farlo passando dalla sede di Ancora Italia in via Pendio Cappuccini 26 tutti i giorni dopo le 19.30 […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: