Bilancio Comune 2019, Spina: «Angarano attenda il giudizio definitivo del Consiglio di Stato»

«Angarano dopo aver perso definitivamente al Consiglio di Stato la partita sul bilancio delll’anno scorso, esulta per aver vinto il primo round della partita sul bilancio 2019 rifatto per la seconda volta quest’anno, senza neanche aspettare il giudizio definitivo del Consiglio di Stato sugli atti ripetuti (come uno studente ripetente)! E intanto le denunce dell’opposizione si dimostrano nei fatti fondate con l’aumento della TARI, i debiti fuori bilancio e il mancato pagamento dal bilancio dei bonus libri, fitti Casa, e green card (cassa fittiziamente gonfiata). Ancora una volta sino costretto ad intervenire per denunziare lo stile mistificatore e le bugie di Angarano, non tollerabili per chi fa il sindaco di una città! Angarano prende e pubblica pezzi di una sentenza di 45 pagine, ma non dice la verità. Il TAR, la cui sentenza dovrà passare comunque dal vaglio del Consiglio di Stato, non dice che gli atti di rinnovazione siano tutti legittimi, ma semplicemente che i consiglieri comunali non hanno il potere (perciò il tar usa il termine tecnico inammissibilità procedurali) di sollevare questioni circa la legittimità sul merito della veridicità degli atti. Cioè:

1) il Tar non si è pronunciato sul merito della legittimità della Tari 2019;

2) il Tar non si è pronunciato sulla coerenza e veridicita’ del DUP rispetto allo schema di Bilancio;

3) il TAR NON si è pronunciato sui debiti fuori bilancio occulti, perché la recente pronuncia della Corte dei Conti (che era la prova di quello che dicevano i consiglieri di opposizione) è intervenuta dopo la scadenza dei termini per produrre innanzi al tar i documenti e atti nuovi (infatti, il TAR menziona quella del 2016 e non quella del 2020).

4) Il TAR compensa le spese processuali e non condanna i ricorrenti come quando la soccombenza è’ dettata da questioni giuridiche pacifiche e non nuove;

5) il TAR ha respinto La richiesta del Comune di decidere e riunire anche il ricorso delle opposizioni sul bilancio 2020, affermando che si tratta di questioni giuridiche diverse e lasciando aperta chiaramente la decisione sul bilancio 2020.

Al netto delle questioni giuridiche, Angarano difendendo gli atti di rinnovazione del bilancio nullo del 2019 fatti con la nomina di un professore e avvocato esterno (costato complessivamente 40 mila euro circa per i vari giudizi sul bilancio) anziché con le relazione del dirigente e la costituzione dell’avvocatura comunale, ha dimostrato di aver detto le stesse bugie di oggi, allorquando disse l’anno scorso che avrebbe vinto al Consiglio di Stato dopo la sentenza del TAR che annullò il bilancio del 2019, mentre anche al consiglio di stato le opposizioni dimostrarono e vinsero contro i pasticci Angarano. Insomma, le opposizioni hanno vinto interamente una partita, mentre Angarano ha vinto solo il primo tempo di una partita e volgarmente festeggia e pasteggia con lo spreco di risorse dei cittadini pagare per difendersi dai suoi stessi errori. E poi, un è’ grave che un sindaco non capisca la differenza tra un ricorso per lo scioglimento del consiglio comunale e un ricorso sul bilancio che serve a tutt’altro: serve ad evitare che i cittadini debbano essere danneggiati, da debiti ingenti, dal mancato pagamento di somme (il 10 dicembre si è chiusa la cassa comunale mentre la gente non può fare la spesa); serve ad evitare che la tari biscegliese diventi la più alta in Puglia. Noi continueremo a lottare contro le illegalità di Angarano e contro le sue bugie, e non rinunceremo al ricorso sul bilancio 2020 su cui il TAR non si e ‘ pronunciato e all’appello al consiglio di Stato sul bilancio 2019. Le battaglie di legalità, che facciamo a spese nostre mentre Angarano le fa con le risorse dei cittadini e non di tasca sua, sono battaglie di civiltà e democrazia per la difesa dei diritti dei cittadini!».

Lo scrive il consigliere comunale Francesco Spina in una nota.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Scuola, Boccia: parole Valditara gravissime, no regionalizzazione della scuola e alzare tutti gli stipendi

“Sono gravissime le dichiarazioni del Ministro Valditara che, anziché affrontare problemi reali come la dispersione scolastica e il potenziamento della scuola, propone stipendi differenziati per i docenti, salvo poi, anche stavolta, rimangiarsi tutto dopo che la polemica è scoppiata. Le sue parole non mi stupiscono perché si legano naturalmente al tentativo di sempre del Presidente […]

Amministrative, altri cinque anni con Angarano: domenica la presentazione ufficiale della sua candidatura

Domenica 29 gennaio alle ore 11 al Politeama Italia, in via Montello 2, il Sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano presenterà la sua ricandidatura, che vedrà come primo step quello delle primarie di coalizione fissate il prossimo 12 marzo. La Cittadinanza è invitata a partecipare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: