Legambiente preoccupata per ipotesi smaltimento rifiuti radioattivi in Puglia

L’eventuale smaltimento di rifiuti radioattivi in Puglia non può lasciarci indifferenti. Ciò che chiediamo è un confronto aperto con il territorio e le istituzioni, un processo partecipativo che riteniamo fondamentale per una corretta destinazione del materiale nucleare.
“La Puglia viene coinvolta direttamente con ben 5 siti individuati che vanno da Gravina in Puglia(BA) a Laterza (TA) – dichiara Ruggero Ronzulli, direttore di Legambiente Puglia – Ribadiamo con fermezza l’urgenza di avviare un percorso trasparente, partecipato e condiviso col territorio che coinvolga i cittadini, le associazioni, le amministrazioni locali e la comunità scientifica, a partire dalle informazioni contenute nella CNAPI. È essenziale infatti tener conto di ogni singola peculiarità territoriale e del patrimonio naturalistico, archeologico e culturale che va salvaguardato e tutelato. Siamo infatti convinti che i troppi ritardi e la poca chiarezza che hanno caratterizzato fino ad ora questo lungo e complesso percorso rischiano di far partire il tutto con il piede sbagliato. Formalmente da oggi ci sono 60 giorni per produrre delle osservazioni da parte del pubblico al lavoro fatto”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Scuola, la mamma di un’alunna del plesso di via Fani: troppe auto, garantiamo sicurezza ai ragazzi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un genitore di un’alunna che frequenta la seconda classe del plesso scolastico in via Martiri di Via Fani a Bisceglie: «Vi contatto per denunciare quanto segue: Dopo ripetute chiamate al comando della polizia municipale, all’ufficio competente comunale e al preside scolastico del plesso scolastico in via martiri di via […]

Covid:-14% contagi Puglia in ultima settimana

Da una media di 1.115 contagi giornalieri a 955: nella settimana appena conclusa (18-24 gennaio), la curva epidemiologica in Puglia ha conosciuto un calo pari al 14%, a conferma del trend anche la riduzione dei casi positivi rispetto ai tamponi effettuati, 9,9% contro 12,7 di sette giorni prima. Parallelamente, come in uno schema matematico, sono […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: