Pubblicato l’avviso per il contributo morosità incolpevole 2020. Angarano: «Vicini alle famiglie in difficoltà»

È stato pubblicato sul sito del Comune di Bisceglie l’avviso pubblico per l’erogazione di contributi per morosità incolpevole – Anno 2020 utilizzando il finanziamento regionale di circa 60mila euro di cui l’Ente è risultato beneficiario. Possono presentare richiesta i nuclei familiari che sono in possesso, al momento della domanda, dei seguenti requisiti:

1)     richiedente con cittadinanza italiana o di uno Stato appartenente all’Unione europea, ovvero nei casi di cittadini non appartenenti all’U.E. possieda un regolare titolo di soggiorno;

2)     titolarità di un contratto di locazione di edilizia di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato, con esclusione degli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9 e residenza nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno;

3)     essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità;

4)     possesso di un reddito ISE non superiore a 35mila euro o di un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore ISEE non superiore a 26mila euro;

5)     non titolarità del richiedente e di ciascun componente del nucleo familiare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su immobile, nel territorio nazionale, fruibile ed adeguato alle esigenze del nucleo familiare;

6)     situazione di morosità incolpevole ossia di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare (tutte le cause che possono determinare questa situazione cono consultabili nel bando pubblicato sul sito www.comune.bisceglie.bt.it).

Le domande di partecipazione devono essere compilate sui moduli reperibili sul sito del Comune di Bisceglie e, complete di tutti i dati richiesti oltre che corredate da tutta la necessaria ed idonea documentazione, dovranno essere consegnate al protocollo generale del Comune di Bisceglie in via Trento n. 8 oppure inviate via PEC all’indirizzo: dirigenterip.amministrativa@cert.comune.bisceglie.bt.it.

“Continua il massimo impegno dell’Amministrazione per essere accanto alle famiglie in difficoltà e per salvaguardare il fondamentale diritto alla casa”, ha rimarcato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Il delicato periodo che stiamo attraversando sta determinando l’avanzamento della povertà e anche i nuclei familiari che fino a poco tempo fa potevano contare su una certa stabilità, ora faticano ad affrontare tutte le spese necessarie a causa di complicanze inattese e insorte nel tempo”. “Proprio per cercare di arrivare a quante più famiglie possibili e rendere il contributo maggiormente accessibile, quest’anno il bando, tra i criteri, prevede non più lo sfratto esecutivo ma un atto di l’intimazione di sfratto per morosità”, ha spiegato Roberta Rigante, Assessore alle politiche sociali del Comune di Bisceglie.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dal 2 agosto parte il nuovo servizio di trasporto pubblico locale: 3 linee più una dedicata alla movida

Tre linee urbane (rossa, verde e blu) attive tutti i giorni per coprire capillarmente il territorio; una linea (gialla) dedicata alla movida nelle serate dei weekend estivi per collegare i parcheggi della stazione, di conca dei monaci e dell’arena del mare; maggiori e più frequenti corse per un servizio più efficiente; impiego graduale di mezzi […]

Regionali Puglia: Consiglio di Stato boccia Tar su eletti Pd

Il Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione del Tar Puglia confermando il meccanismo di scorrimento degli eletti del Partito democratico in Consiglio regionale così come stabilito inizialmente dall’Ufficio elettorale centrale. I giudici hanno infatti accolto l’appello dei consiglieri regionali Michele Mazzarano e Ruggiero Mennea, i quali avevano impugnato la decisione del Tar sulla base […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: