Covid: Puglia sopra soglia allerta Intensiva

Continuano ad aumentare i ricoveri Covid in Puglia: dai 1.562 pazienti di ieri si è passati ai 1.571 di oggi, di cui 165 in terapia intensiva. A lanciare l’allarme sugli accessi negli ospedali è l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas): il 37% dei posti letto di terapia intensiva in Puglia è occupato da pazienti Covid, il 7% in più della soglia di allerta prevista dal ministero della Salute che l’ha fissata al 30%. Per quanto riguarda i posti occupati in area “non critica”, cioè i reparti di medicina, pneumologia e malattie infettive, in Puglia l’occupazione da parte dei pazienti Covid è pari al 41% (la soglia limite è al 40%).

Aumentano anche gli ingressi nei pronto soccorso per casi sospetti: in dieci giorni, dal 3 al 12 gennaio, in Puglia ci sono stati complessivamente 16.624 accessi, con una media di 1.662 ingressi al giorno, superiore al mese di dicembre quando gli accessi sono stati, in media, 1.596. Dei 16.624 ingressi, 3.174, quasi il 20%, hanno riguardato casi sospetti di Covid. Oggi, su 10.221 test per l’infezione da Coronavirus analizzati in Puglia, 1.082 sono risultati positivi per una incidenza del 10,58%, in calo rispetto al tasso di positività del 12% di ieri con 1.261 casi. Sono stati registrati anche 15 decessi, in calo rispetto ai 42 di ieri. I nuovi casi sono stati individuati 435 in provincia di Bari, 92 in provincia di Brindisi, 217 nella provincia BAT, 118 in provincia di Foggia, 104 in provincia di Lecce, 110 in provincia di Taranto; 5 riguardano residenti fuori regione, mentre 1 caso è di provincia di residenza non nota. I decessi sono avvenuti 5 in provincia di Bari, 3 nella provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia,1 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.143.261 test. Sono 46.345 i pazienti guariti, 55.478 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi al Covid rilevati in Puglia dall’inizio della pandemia e’ di 104.578.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Maltempo: c’è tempo fino al 6 febbraio per domande risarcimento “gelate tardive”

C’è tempo fino al 6 febbraio per presentare le domande per ottenere i risarcimenti per le gelate tardive che si sono abbattute sulla campagna nei giorni fra il 24 marzo e il 3 aprile scorsi. Lo Stato ha recepito la richiesta di calamità anche per la nostra regione pugliese e ha finanziato con 20 milioni […]

Scuola, la mamma di un’alunna del plesso di via Fani: troppe auto, garantiamo sicurezza ai ragazzi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un genitore di un’alunna che frequenta la seconda classe del plesso scolastico in via Martiri di Via Fani a Bisceglie: «Vi contatto per denunciare quanto segue: Dopo ripetute chiamate al comando della polizia municipale, all’ufficio competente comunale e al preside scolastico del plesso scolastico in via martiri di via […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: