Esecuzione delle condanne per il clan andriese che spacciava cocaina nella movida di Bisceglie

Avevano il monopolio dello spaccio di cocaina e hashish nel quartiere San Valentino di Andria e nelle piazze della movida di Bisceglie. Per sette pregiudicati andriesi sono scattati gli ordini di esecuzione delle condanne diventate definitive per associazione finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’uso delle armi, e riciclaggio.

Per tre di loro è stato disposto il carcere, il 50enne Riccardo Zingaro condannato a 7 anni e 11 mesi che era libero, il 39enne Vincenzo Vaccina condannato a 4 anni (già detenuto per altra causa nel penitenziario di Bari) e il 44enne Savino Di Bari condannato a 6 anni e 7 mesi che era agli arresti domiciliari. Altri quattro imputati, con condanne tra i 3 anni e 1 mesi e i 13 mesi di reclusione, hanno ottenuto la pena sospesa.

Stando alle indagini dei carabinieri, coordinate dalla Dda di Bari, i trafficanti, organizzati come un vero e proprio clan mafioso, con riti di affiliazione, struttura gerarchica, incarichi precisi e paghe settimanali, avevano assunto il monopolio delle principali piazze di spaccio delle due città del Nord Barese e rapinavano in assalti armati anche le partite di droga destinate ai gruppi criminali concorrenti. I fatti contestati risalgono agli anni 2011-2013. Agli atti del procedimento ci sono anche le dichiarazioni di ex sodali poi diventati collaboratori di giustizia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlat

Coronavirus: in Puglia 594 nuovi casi e 25 morti

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sono stati registrati 4.560 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 594 casi positivi: 301 in provincia di Bari, 42 in provincia di Brindisi, 14 nella provincia BAT, 87 […]

Sigilli ai lidi “La Salata”, Napoletano: «Avevo messo in guardia, Amministratori incompetenti o complici?»

«Il 19 febbraio u.s., sul mio profilo Fb, nel silenzio generale, avevo denunciato e documentato la “muraglia”, non prevista dalle risultanze progettuali e dalla relazione tecnica relativa, che si stava realizzando sul tratto costiero della “Salata”. Avevo invitato le Autorità amministrative comunali ad intervenire immediatamente, “prima che intervengano altre Istituzioni”. La stessa denuncia e lo […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: