Scuole, Amendolagine (M5S) ad Ass. Acqaviva: “Violento e offensivo è non occuparsi delle priorità dei più piccoli»

«Apprendo con sommo piacere che l’assessore all’istruzione, Loredana Acquaviva, finalmente ridestata da sogni tranquilli dopo le tante richieste e sollecitazioni di ripristino degli scaldabagni, abbia eluso la problematica a cui avrebbe dovuto rispondere concretamente, sciorinando, a mezzo stampa, una serie di interventi di efficientamento energetico che hanno riguardato e riguarderanno le scuole della nostra città.
Mi lusinga, certamente, sapere che si risolvano alcune criticità delle nostre istituzioni scolastiche, ma devo ricordarle, assessore,  che, nella maggior parte dei casi, i finanziamenti per i lavori infrastrutturali rinvengono da progetti della precedente amministrazione e non sono, evidentemente, l’oggetto della mia richiesta.
A proposito di collaborazione istituzionale: le richieste e i solleciti attraverso i canali ufficiali, le comunicazioni telefoniche e tramite WhatsApp a lei, nonché il colloquio di persona con il sindaco sull’argomento, possono ritenersi forme di collaborazione istituzionale o ne conosce altre?
Aver rasserenato i genitori degli alunni del plesso di via Fani non solo per la mancanza di acqua calda, ma anche per i termosifoni non funzionanti in alcune aule, auspicando nel buon senso di chi è preposto ad intervenire in tempi congrui con il benestare dell’amministrazione può ritenersi una forma di collaborazione o no?
Sono violente ed offensive le mie parole o è violento ed offensivo non occuparsi delle priorità dei più piccoli con interventi di modesta entità?
Non si preoccupi assessore! Le situazioni problematiche delle scuole biscegliesi che mi sono state e mi saranno segnalate vi sono state e vi saranno rese note senza indugi.
Avrei voluto condividere questa modalità di individuazione delle criticità dei plessi scolastici, monitorandoli con i membri della II commissione consiliare d’intesa con i dirigenti scolastici, ma l’entusiasmo iniziale si è presto arenato, non certamente  da parte mia.
Oggi assessore, purtroppo, ha perso un’altra occasione per ridare l’acqua calda ai bambini di scuola dell’infanzia.
Intervenga ad horas, se ne ha la facoltà!
Oppure questa è l’unica risposta istituzionale?».

Lo scrive il consigliere comunale Vincenzo Amendolagine (M5S) in una nota stampa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Una pioggia di sentenze dei giudici da pagare, il Comune di Bisceglie sommerso dai debiti fuori bilancio

Tra il 17 e il 19 giugno si riunirà il Consiglio comunale di Bisceglie con la consueta modalità mista in presenza/videoconferenza. L’ordine del giorno per questa volta è molto lungo: ci sono ben 35 punti da discutere. Quello che è ancora più controverso, è invece il contenuto di questi punti: quasi tutti parlano di debiti […]

Spina: «Manifesti “selvaggi” autorizzati da Angarano?»

«Mi dispiace veramente, oggi, vedere un uomo di forte etica morale come Enrico Letta essere trascinato da Angarano in un contesto di illegalità e impunità come quello biscegliese. Se una qualsiasi attività commerciale o sociale o culturale avesse voluto promuovere un evento attraverso la proliferazione a decine e decine (per strada, sui muri e ai […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: