Puglia zona arancione. Manifestazione a Bari: istituzioni disertano la piazza

Una manifestazione pacifica che ha fatto registrare la partecipazione attiva di migliaia di operatori economici di tutti i settori messi in ginocchio dalle decisioni connesse alla pandemia da Covid-19.

Moltissimi gli interventi dei partecipanti i quali, alternandosi si microfoni al centro di Piazza Prefettura, hanno esternato non solo la preoccupazione per la condizione in cui versano le imprese ma anche per l’assenza di qualunque prospettiva di miglioramento di tale condizione drammatica.

Tra le Associazioni inserite nel Circuito Indipendente di Coordinamento anche UniPuglia e CasAmbulanti il cui rappresentante Savino Montaruli, attivista del Gruppo, ha dichiarato: “la notizia della permanenza della Puglia in zona arancione continua a surriscaldare gli animi mentre le Istituzioni e la politica non hanno avuto il coraggio di venire in Piazza a prendere atto della disperazione degli imprenditori di settori economici che sono le eccellenze della nostra Puglia e che sono a rischio chiusura definitiva. Tutto ciò sta generando una tensione sociale di cui quelle stesse Istituzioni assenti e distratte e la politica, unitamente al mondo polisindacale ad essa asservito che non sa più rappresentare le istanze del piccolo commercio, dovranno assumerne appieno le responsabilità” – ha concluso Montaruli.

Intanto continua la raccolta di adesioni per la Manifestazione che si svolgerà a Piazza di Monte Citorio giovedì 11 febbraio 2021 dalle ore 09,00.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dieci candeline per la ditta Marchese La Stampa Di Classe

La ditta Marchese La Stampa Di Classe nasce il 31 luglio 2011, in via Alcide De Gasperi 92 a Bisceglie, con obiettivo principale la fornitura di una vasta gamma di servizi rivolti alla comunicazione. “Sono stati 10 ANNI di obiettivi mirati, scelte e cambiamenti talvolta audaci. L’anniversario che ci vedrà protagonisti nel 2021 è solo una tappa […]

Stop a pesce fresco, scatta fermo pesca

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana lungo l’Adriatico. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca in occasione dell’avvio del provvedimento che dal 31 luglio bloccherà le attività dei pescherecci dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dall’Emilia Romagna fino a parte delle Marche […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: