Sindaco ricorda Sergio Cosmai con mazzo di fiori

Stamattina, a 36 anni dalla sua morte, il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, ha deposto un mazzo di fiori ai piedi della magnolia in onore di Sergio Cosmai, «un Grande Uomo a cui la nostra Città deve tanto». Subito dopo ha partecipato alla videoconferenza del Liceo Scientifico “Da Vinci” con gli studenti, la Prof.ssa Palazzo, moglie di Sergio Cosmai, e Pinuccio Fazio, padre di Michele, vittima innocente, a soli 16 anni, dello scontro tra clan a Bari vecchia. Ringrazio per l’invito la Dirigente Rosa Favale e il Prof. Franco Papagni.
«Il Dott. Cosmai -ha commentato Angarano- diresse il carcere di Cosenza con encomiabile senso del dovere e coraggio, riaffermando la presenza dello Stato laddove si era pericolosamente affievolita. Riportò regole, rispetto e legalità nella casa circondariale calabrese, eliminando i privilegi di cui godevano gli esponenti di spicco della criminalità, che fino a quel momento avevano continuato ad esercitare il loro potere anche durante la reclusione. Cosmai non chinò mai il capo e per questo pagò con la vita».
L’esempio del Dott. Cosmai, Medaglia d’oro al Merito Civile, è una guida per tutta la Comunità e in particolare per i nostri giovani, ai quali dobbiamo ricordare il valore dell’azione di Cosmai per indicare loro la strada della legalità e del bene. «In questa giornata particolare per noi biscegliesi -ha concluso il Sindaco-, in cui la memoria si unisce alla fierezza per aver avuto un concittadino di così immensa statura etica, civile e morale, rivolgo l’affettuoso abbraccio personale e della Comunità alla famiglia del compianto “Gino”, la moglie Tiziana, i figli Rossella e Sergio.
E un’ultima riflessione la rivolgo a quello che ritengo un “segno” niente affatto casuale: dopo un durissimo anno di pandemia in cui tutti abbiamo avuto enormi difficoltà, la nostra speranza, il nostro barlume di luce, passa anche attraverso una struttura sportiva adibita a centro vaccinazioni che porta orgogliosamente il nome di Sergio Cosmai».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Covid: in Puglia 3 morti e 112 positivi, l’1,5% dei test

Su 7650 test per l’infezione da Covid-19 oggi in Puglia sono stati registrati 112 casi positivi (con un tasso di positività dell’1,5%): 17 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 nella provincia BAT, 27 in provincia di Foggia, 16 in provincia di Lecce, 42 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti […]

Covid. Bari, morto 54enne a 20 giorni dal vaccino: colpito da trombosi venosa e poi da ischemia cerebrale

Sono stati espiantati e donati gli organi dell’uomo di 54 anni morto ieri nel Policlinico di Bari dopo una ischemia verificatasi nei giorni precedenti. Originario di Roma ma residente nella provincia di Bari lo scorso 26 maggio si era vaccinato in Puglia con Janssen. Dopo alcuni giorni era risultato affetto da trombosi venosa, si era […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: