Amendolagine (M5S): «Angarano sugli assessori fa solo “ammuina”»

«Finalmente, dopo i tanti annunci, è arrivato il rimpasto della giunta Angarano. Potremmo definirlo un vero e proprio sistema Angarano, dove le “Cenerentole” vengono costantemente sacrificate, mentre gli intoccabili rimangono al loro posto con un interscambio di deleghe assessorili. Ancora una volta questa modalità di attribuire le responsabilità politiche  di governo, da manuale Cencelli nostrano, evidenzia le criticità di questa amministrazione che pare debba badare alla cura dei mal di pancia dei suoi componenti con manovre di palazzo e purtroppo ignorare le istanze dei cittadini, sempre più insoddisfatti dei servizi offerti.

Non è certo con questo rimescolamento di incarichi che cambia la visione politica di una amministrazione, se non si ha il coraggio di mettere in discussione le scelte finora adottate. Angarano dimostra con questi avvicendamenti in giunta non solo di mettere in discussione se stesso e la scarsa incidenza della sua azione politica, ma di subire costanti pressioni dalla sua maggioranza.

Cambiare le deleghe a distanza di circa tre anni dall’insediamento ad assessori che avrebbero maturato un’esperienza di settore denota superficialità e pressapochismo.

Ma è chiaro che il buon funzionamento della macchina amministrativa  risulta una chimera se la logica che sottende a questo scambio di poltrone è lontana dall’obiettivo che un ‘amministrazione competente ed efficiente  dovrebbe avere per il perseguimento del bene comune. È difficile credere che le neo assessore Loredana Bianco e Maria Lorusso, serie professioniste, possano rappresentare un segnale di discontinuità politica, ma a volte i miracoli accadono.

In concreto, siamo ansiosi di sapere i “nuovi” assessori in cosa differiranno dai vecchi.

Riceveremo risposte sulle opacità dell’appalto delle igiene urbana e sulle inefficienze del servizio da Naglieri?

Naglieri e Consiglio che idea hanno dello sviluppo urbanistico della città?

Ci diranno quali sono i conflitti di interesse che impediscono di approvare il PUG?

In Via Ricasoli, perché non realizziamo un parco verde attrezzato che rispetti gli standard urbanistici previsti e favorisca un percorso di rigenerazione urbana, piuttosto che rendere quell’area edificabile?

Storelli riuscirà nel miracolo di far approvare il bilancio “secondo legge” nei termini e nelle modalità previste? O ci faremo ammonire di nuovo dal prefetto?

Su sicurezza e legalità, Parisi segnerà un cambio di rotta rispetto al silenzio assordante dei suoi predecessori?

Le risposte rispetto alla discontinuità le cercheremo, con poca speranza, nei fatti. Buon lavoro!».

Lo scrive il consigliere comunale Vincenzo Amendolagine del Movimento 5 Stelle in una nota.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Clamoroso: salta il Consiglio Comunale, la convocazione non conteneva l’Ordine del Giorno

Salta il consiglio comunale: l’avviso di convocazione non conteneva l’ordine del giorno. La seduta dovrà essere ripetuta, con ulteriori spese per la tenuta del consiglio comunale. I consiglieri di opposizione hanno evidenziato la nullità dell’atto di convocazione per la mancanza dell’indicazione degli argomenti da discutere e il Consiglio Comunale è stato annullato . La seduta […]

Un prestigioso studio legale biscegliese tra i migliori d’Italia. I complimenti di Sergio Silvestris

“C’è una città profonda, operosa e fattiva, che batte ogni primato. È quella parte di Bisceglie che lavora in silenzio, facendo dello studio e dell’impegno serio la sua unica missione”. Lo afferma Sergio Silvestris, Presidente dell’Associaizone Borgo Antico. “Oggi ce lo dimostra lo Studio legale Loalex, interamente composto da giovani professionisti biscegliesi: per il Sole […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: