Contagi a Bisceglie, Angarano: «Situazione preoccupante, 342 positivi. Da oggi potenzieremo i controlli»

«La situazione sta diventando sempre più preoccupante e richiede la massima attenzione di tutti». Così esordisce il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano, commentando l’ultimo bollettino locale sulla situazione sanitaria nella nostra città.  I contagi sono in crescita, fa sapere il Primo cittadino, aumentano i ricoveri e la pressione sugli ospedali. Nella nostra Città i positivi sono 342, dei quali 300 in isolamento domiciliare e 42 ricoverati in ospedale. «Rinnovo la mia vicinanza e quella della Comunità a chi sta lottando contro il virus, soprattutto a chi è in ospedale lontano dai propri cari, con l’augurio di guarire presto», scrive Angarano.
«L’appello che sento di rivolgervi stasera -prosegue il Sindaco- è quello a tenere altissima la guardia, a non sottovalutare la situazione, a non credere che riguardi solo gli altri. E soprattutto di riflettere, ancora una volta, sul fatto che i nostri comportamenti sono determinanti. I controlli ci sono e saranno ulteriormente potenziati ma l’attività di controllo non può essere scissa dal senso di responsabilità di ognuno di noi. Siamo abbastanza maturi per capire che dobbiamo cautelarci per tutelare la nostra salute, quella delle persone a cui vogliamo bene, quella dei nostri figli, sempre più esposti al pericolo di contagio visto che l’età media dei positivi sta diminuendo.
Oggi in una videoconferenza con il Prefetto, le Autorità sanitarie e gli altri sindaci della Bat abbiamo valutato l’opportunità di ulteriori misure restrittive in occasione della settimana santa.
Siamo tutti stanchi, preoccupati. Lo so, ma non è il momento degli alibi. È il momento della rinnovata responsabilità, del senso di comunità che deve chiamarci alla massima attenzione e al rispetto delle regole. È il momento di continuare a resistere e lottare insieme. E so che lo faremo, restando umani, restando uniti, restando vigili».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Bisceglie. Droga ed esplosivo in casa: arrestati madre e figlio

Avevano in casa cocaina e hashish, il materiale utile al confezionamento delle dosi di droga, 4mila euro in contanti e in banconote di piccolo taglio oltre a esplosivi sistemati in scatole di cartone nello scantinato. Per questo, una donna di 68 anni e suo figlio di 37 sono stati arrestati dai carabinieri a Bisceglie. Sono […]

Minacce a testimoni, condanne definitive per due ex pm Trani

Sono diventate definitive, dopo che la Cassazione ha rigettato i ricorsi della difesa, le condanne per due ex pm del Tribunale di Trani, Michele Ruggiero e Alessandro Pesce, rispettivamente alla pena di 6 mesi e a 4 mesi di reclusione per concorso in tentata violenza privata. Ora i due magistrati sono in servizio come sostituti […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: