Covid-19, la giunta Angarano vara altre misure di sostegno a commercianti e famiglie in difficoltà

La giunta comunale ha dato Indirizzo politico amministrativo ad una misura di sostegno ai commercianti che hanno dovuto fare i conti con limitazioni e chiusure della propria attività a causa del Covid-19 e alle famiglie in difficoltà, colpite dalla crisi sociale ed economica che sta accompagnando l’emergenza sanitaria in corso.

Utilizzando 216mila euro di fondi regionali residue di precedenti bandi, la giunta Angarano ha deliberato l’adozione di un sussidio da spendere nelle attività commerciali biscegliesi, aventi uno o più codici Ateco di cui all’allegato B) che si convenzioneranno con il Comune, con esclusione dei centri commerciali, da erogarsi una tantum a singoli e nuclei familiari residenti biscegliesi, che versino nelle seguenti, alternative, condizioni:

·        avere la principale fonte di reddito derivante dalle attività di cui all’allegato A, con precisazione che le dette attività devono avere sede presso il territorio comunale, con esclusione delle attività esercitate all’interno di locali di proprietà comunale, che dichiarino di aver subito, nel periodo a partire da marzo 2020 ad oggi, una riduzione significativa del proprio reddito pari o superiore al 30% a causa dell’emergenza Covid-19 rispetto a pari periodo dell’anno 2019, dando priorità a chi non abbia ricevuto i ristori governativi e/o altri sostegni economici;

·        avere un ISEE inferiore a 7,500 euro e aver subito, in conseguenza della emergenza da diffusione del Covid 19, nel periodo a partire da marzo 2020 ad oggi, una contrazione significativa dei propri redditi pari o superiore del 30% rispetto a pari periodo dell’anno 2019.

La Giunta ha deliberato di destinare alla platea sub A) e sub B) congrue ma distinte risorse, rimesse alle rideterminazioni dei Dirigenti Competenti. Il relativo bando, al quale sono al lavoro gli uffici comunali, sarà pubblicato nei prossimi giorni.

“Alle parole seguono immediatamente i fatti, smentendo ancora una volta i denigratori di professione”, ha sottolineato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “L’amministrazione comunale si mostra ancora una volta sensibile e attenta alle necessità della Comunità, in particolare delle famiglie in difficoltà, comprese quelle collegate alle attività commerciali, con provvedimenti concreti ed efficaci che abbiamo condiviso con Assolocali e Confcommercio in diversi incontri svolti insieme agli assessori al ramo in un clima leale e costruttivo. Lasciamo le sterili polemiche a chi non ha ancora compreso il delicato e difficile momento che attraversiamo e continuiamo a lavorare per il bene della Comunità”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

“Bisceglie d’Amare”: è necessario scegliere un’alternativa ad Angarano

«Potremmo definire “molto acceso” il dibattito politico che si è venuto a creare negli ultimi giorni. Avremmo preferito che venissero dedicate più energie alla gestione della crisi sanitaria ed economica. Riteniamo di poter ben rappresentare questo modus operandi da noi auspicato, pur non facendo parte degli organi amministrativi: le numerose proposte, sempre documentate e realizzabili, […]

Il bilancio di previsione arriva in Consiglio comunale, da lunedì 26 aprile inizia la discussione

Il presidente del consiglio comunale Gianni Casella ha convocato la massima assise cittadina per i giorni 26 e 28 aprile alle ore 15 in modalità videoconferenza. All’ordine del giorno 5 punti. Tra questi “Esame ed approvazione bilancio di previsione finanziario per il triennio 2021-2023 e relativi allegati”. La seduta si aprirà con la comunicazione degli […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: