Quel marciapiede di via Fani che non viene ripristinato da due anni

Sono trascorsi circa due anni da quando un marciapiede di via Fani (in foto) sprofondò per il cedimento di un terrapieno sopraelevato. Successivamente a questo episodio, quel tratto di strada fu messo in sicurezza e fu spostata una fila delle bancarelle del mercato del martedì. Seguì un’ordinanza del Sindaco (la numero 11 del 25 gennaio 2019) di “chiusura e inutilizzo del marciapiede” che servì anche per evitare che i furgoni dei venditori ambulanti, carichi di merce, venissero parcheggiati sopra quel marcipiede.

Con ogni probabilità, la rottura è da attribuire proprio ai furgoni degli ambulanti che ogni martedì hanno stazionato in quel tratto di area pubblica. In attesa che la nuova area mercatale sia resa agibile e il mercato settimana sia spostato (a proposito, a che punto sono i lavori? E perchè ad oggi non abbiamo ancora notizie del completamento di quell’opera? Ci sono intoppi?), ci auguriamo che l’Amministrazione Comunale provveda ad effettuare con la massima urgenza le operazioni di ripristino del marciapiede di via Fani, viste le numerose segnalazioni che giungono in Redazione da parte dei residenti quella zona.

 

One thought on “Quel marciapiede di via Fani che non viene ripristinato da due anni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Dieci candeline per la ditta Marchese La Stampa Di Classe

La ditta Marchese La Stampa Di Classe nasce il 31 luglio 2011, in via Alcide De Gasperi 92 a Bisceglie, con obiettivo principale la fornitura di una vasta gamma di servizi rivolti alla comunicazione. “Sono stati 10 ANNI di obiettivi mirati, scelte e cambiamenti talvolta audaci. L’anniversario che ci vedrà protagonisti nel 2021 è solo una tappa […]

Stop a pesce fresco, scatta fermo pesca

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività della flotta italiana lungo l’Adriatico. A darne notizia è Coldiretti Impresapesca in occasione dell’avvio del provvedimento che dal 31 luglio bloccherà le attività dei pescherecci dal Friuli Venezia Giulia al Veneto, dall’Emilia Romagna fino a parte delle Marche […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: