Ripartono le Pro Loco pugliesi: dal servizio civile alle iniziative estive

Ripartire dalla bellezza della nostra Terra, dal patrimonio artistico e storico, dalle tradizioni culinarie e dalla forza di volontà dei volontari: questo lo spirito con cui le Pro Loco Unpli pugliesi si apprestano ad affrontare il 2021. Una ripartenza, sì graduale, ma convinta, ponderata e che tiene conto di tutte le misure necessarie per arginare i contagi.

Passare dai veri e propri bollettini di guerra quotidiani, con numeri che per oltre un anno ci hanno rabbrividito e scoraggiato, a bollettini che raccontano paesaggi, peculiarità, bellezza. “Nella ricostruzione post-pandemica ci attendono sfide importanti, novità come la riforma del terzo settore”, sottolinea il presidente Unpli Puglia, Rocco Lauciello, “Noi ci faremo trovare pronti: ci siamo già rimboccati le maniche per ricostruire. Non la stessa realtà, ma una diversa, migliore, lanciata verso il futuro”.

Esempio della ripartenza attiva, seppur ancora a distanza, è stato il workshop ideato dalla Pro Loco “Rodolfo Valentino” di Castellaneta, nel tarantino: circa trenta giovani partecipanti per apprendere nozioni basilari sulla comunicazione applicata al turismo, alla cultura e allo sport.

Poi ancora gemellaggi, come quella tra le Pro Loco di Terlizzi (Ba) e Rivello (Pz), le iniziative telematiche e innovative della Pro Loco di Sammichele di Bari, rievocate attraverso il canale Youtube, e poi la creatività e ambiente sono stati protagonisti di alcuni eventi messi in campo dalla Delegazione Unpli Messapia. Senza dimenticare il Servizio Civile che partirà a breve e che vedrà impegnati i volontari nell’arco di dodici mesi di esperienze di crescita personale e professionale.

“Il 21 giugno ci attende la ‘Festa della Musica’”, aggiunge il presidente Lauciello, “e anche per questo appuntamento nazionale le Pro Loco pugliesi si sono già mobilitate per proporre eventi artistici e folkloristici. Insomma abbiamo accolto pienamente l’invito dell’assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale Massimo Bray al dinamismo, alla partecipazione attiva, ad essere propositivi e incisivi all’interno delle nostre comunità. Incontrare un’autorevole personalità come il dott. Bray è stato per tutti uno sprone a fare di più e a fare meglio, a costruire le Pro Loco del futuro con una visione più globale e meno locale”.

Per tutte le informazioni relative alle iniziative delle Pro Loco pugliesi: www.prolocopuglia.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, la lettera di Mons. D’Ascenzo

Di seguito, la lettera alla comunità ecclesiale diocesana di S.E. Mons. Leonardo D’Ascenzo,  Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie,  in occasione della 55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali Carissimi, domenica 16 maggio 2021, settima di Pasqua, la Chiesa celebra la Solennità dell’Ascensione. In essa è altresì collocata la 55ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, strettamente legata al messaggio […]

Il Comune cerca un dirigente da assumere, emanato il bando di selezione pubblica

La Giunta guidata dal sindaco Angelantonio Angarano ha deliberato di istituire una Unità di Progetto Intersettoriale denominata “Area staff Servizi Socio culturali turistici sportivi” per lo svolgimento anche di funzioni strategiche legate a specifici programmi e progetti dell’Amministrazione, a cui affidare obiettivi e  funzioni stabilendo che il dirigente responsabile del progetto sia individuato mediante la […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: