«Al cimitero l’area bambini invasa dalle erbacce», nuova segnalazione a La Diretta

«Noi oltre ad avere “un bimbo” non più tra noi ecco in che condizioni lo troviamo (tutti noi che abbiamo un caro figlio defunto). Questa la condizione del cimitero area bambini stamattina. Erbacce quasi più alte delle lapidi».

Queste poche semplici ma toccanti parole sono arrivate ai contatti della redazione da parte di una coppia di genitori per segnalare lo stato di abbandono dell’area del cimitero dove si trovano i minori defunti. Questi genitori non possono più abbracciare il loro piccolo e a questa immane tragedia devono aggiungere il disagio e lo sconforto di ritrovare la lapide sovrastata dalle erbacce, come si vede nella foto.

Ancora una segnalazione dunque da parte de La Diretta che, è l’auspicio, possa suscitare come in altre circostanze l’attenzione delle autorità competenti per intervenire.

One thought on “«Al cimitero l’area bambini invasa dalle erbacce», nuova segnalazione a La Diretta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Una storia di disagio nell’indifferenza generale. Dove sono i servizi sociali?

Voglio narrarvi un fatto di cronaca che si sta consumando a Bisceglie sotto gli occhi di tanti omertosi i quali si nascondono sotto la scusa: “non sono fatti miei … loro sono grandi e vaccinati … chi si intriga resta intrigato …” ed altre scuse similari. Forze dell’ordine e Servizi Sociali sono assenti per motivi […]

Cedono marciapiede e cordoli, il Comune ordina all’impresa edile di intervenire a proprie spese

Il Dirigente della Ripartizione Tecnica del Comune di Bisceglie ha ordinato all’amministratore Unico della ditta “Gedil s.r.l.”, di provvedere a propria cura e spese, entro 20 giorni dalla notifica della stessa ordinanza, al ripristino a regola d’arte della superficie del tratto stradale di via Vittorio Veneto fronte civico 106 interessata dal cedimento del manto bituminoso […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: