“Come sorse il sole”, la prima festa culturale dell’associazione “La città possibile”

La prima festa della cultura de “LA CITTÀ POSSIBILE”, la neonata associazione biscegliese, si chiamerà “COME SORSE IL SOLE”. Un titolo che, prendendo spunto dai meravigliosi versi di Emily Dickinson, porta con sé il senso di rinascita umana e culturale tanto desiderate dopo che il tempo aveva sospeso le sue fatiche.
Villa Consiglio, dimora storica settecentesca, già sede di importanti manifestazioni culturali, ospiterà artisti, storici, conferenzieri, poeti, scrittori, attori, musicisti per celebrare la bellezza che coniuga varie forme d’arte. Cinque serate che si svolgeranno dal 27 al 31 Luglio prossimi, il cui intento è quello di far conoscere i talenti della nostra terra: si parte con la poesia e l’omaggio a Dante con “L’amor che move il sole e l’altre stelle” che vedrà poeti e musicisti del Gruppo Imago in una performance unica, sino alla contemplazione della volta celeste a cura di Giuseppe Troilo del gruppo Astrofili di Bisceglie. Direzione artistica a cura di Antonia Barba, Maria Giulia Dell’Olio, Katiuscia Nazzarini, Giusy Zecchillo. Tra i poeti: Pietro Casella, Liliana Salerno, Pasquale Stipo, Onofrio Arpino, Katiuscia Nazzarini, Leonardo Cosmai, Antonia Barba, Bruno Caravella, Mariagiulia Dell’Olio, Marta Maria Camporeale. Segue il concerto del “Toto corde string quartet”. Introduzione teatrale a cura di Mariagiulia Dell’Olio, interpretata da Giancarlo Attolico. Conduce Katiuscia Nazzarini. Si passa, poi, alla serata dedicata a monsignor Pompeo Sarnelli, illustre prelato, storico e letterato. Un viaggio nella Bisceglie seicentesca, i suoi costumi, l’architettura, i palazzi nobiliari, le lettere, l’amore per il restauro a cura di Pasquale Stipo, Luigi Palmiotti, Giovanni Di Liddo. Segue il concerto “La musica degli affetti” (Lisa Sasso – contralto e Antonio Dell’Olio-chitarra). L’artista Giuseppe Colangelo esporrà le sue opere pittoriche.
La terza serata vede protagonista la musica e le eccellenze biscegliesi.
Luigi Palmiotti e Antonio Dell’Olio presentano i loro studi su Sergio Nigri e Gaetano Veneziano. Segue un concerto del Duo Diecicorde (Alfonso Mastrapasqua, violino e Antonio Dell’Olio, chitarra ). Concerto per flauto solo di Vito Nacci.
Durante la quarta serata Benedetto Grillo, direttore dell’orchestra “I fiati” di Bisceglie presenta il suo intenso lavoro su Michele Lufrano, il maestro della letteratura bandistica. Interviene Nicola Scardicchio (Conservatorio di musica di Bari). A seguire il concerto del Premiato Gran Concerto Bandistico della Città di Bisceglie. Dirigono Benedetto Grillo e Paolo Lopolito.
La quinta ed ultima serata celebra “I racconti di ulivo” di Enzo Morelli edito dalla Secop edizioni, un’opera letteraria che racchiude racconti di diciannove autori pugliesi sul simbolo della nostra terra. L’ulivo sarà protagonista della mostra pittorica di Morelli.
Segue il concerto per flauto e arpa a cura di Vito Nacci e Antonella Pecoraro.
Le serate saranno introdotte da Stefania D’Addato, Presidente de “La città possibile”.
Istituzioni e associazioni culturali patrocinano l’evento. Gli ampi spazi e i giardini garantiranno un adeguato distanziamento nel rispetto delle norme anticovid.
Il 28 e 29 luglio si potranno degustare i prodotti culinari offerti da “Fermata facoltativa ” di Bisceglie. Il 30 e 31 luglio l’azienda vitivinicola e olearia ” Spagnoletti Zeuli” di Andria ci farà conoscere i suoi migliori prodotti.

Si accede tramite prenotazione al 3349339594. È gradito un contributo volontario.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Calici nel Borgo Antico prosegue oggi e domani nel centro storico di Bisceglie

Prosegue questa sera e domani la quattordicesima edizione di Calici nel Borgo Antico. Nei vicoli e nei meravigliosi portoni settecenteschi del centro storico di Bisceglie, decine delle più rinomate cantine e aziende agricole pugliesi propongono il meglio della loro produzione da scoprire e assaporare. Tre serate e una grande atmosfera di festa tra calici di […]

A Bisceglie la presentazione del Romanzo dal titolo “L’Incontro”

Alessandro Messina Magistrato in pensione, attraverso la scrittura ha avvertito l’esigenza di liberarsi delle griglie formali del diritto e lasciare volare la fantasia, sostituendo alla rigida regola Juris la dimensione onirica del sogno e all’inflessibilità del giudizio la straordinaria grandezza del perdono.L’Etica e la verità nel processo quale presidio indefettibile per l’Avvocato ed i Magistrati […]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: